Icardi: attento, Marotta non ama scherzare siamo vicini allo scontro

Ritardo di Icardi? Pugno di ferro di Marotta. 

Ritardo di Icardi? Pugno di ferro di Marotta. 

Icardi: attento Marotta non ama scherzare siamo vicini allo scontro

La ripresa degli allenamenti, inizialmente fissata per lunedì 7, era stata spostata da Spalletti a martedì 8 gennaio alle ore 11.

Icardi ha avvertito del problema aereo il club, ricevendo in risposta una tolleranza fino alle 17, più o meno l’orario del rientro di Lautaro Martinez, anche lui in arrivo da Buenos Aires e presentatosi ad Appiano con un ritardo contenuto di 45 minuti.

Anche El Toro si beccherà una multa, seppur di dimensioni molto minori a quelle di Mauro.

Il problema è che Icardi non si è proprio presentato neppure nel pomeriggio, nonostante nel centro sportivo ci fosse lo staff tecnico ad aspettarlo.

Tutto quindi rimandato a ieri mattina, quando Mauro si è presentato ad Appiano, si è scusato con la società, con i compagni e con l’allenatore per l’appuntamento saltato.

Le scuse di Icardi non sono bastate: la società gli ha comunicato l’infrazione al regolamento interno e gli ha comunicato che gli è stata comminata una multa di 100 mila Euro.

La cancellazione del volo da Buenos Aire non doveva essere un problema: il centravanti avrebbe dovuto e potuto fare in modo di evitare il contrattempo, le opzioni di passaggio aereo Argentina – Europa ci sono: sarebbe stato sufficiente spostarsi su Montevideo, utilizzare Airfrance su Parigi per arrivare on time su Milano.

Avrebbe potuto utilizzare il volo su Miami e successivamente la tratta Miami – Europa.  Insomma le opzioni di passaggio aereo che gli avrebbero consentito di ovviare all’inconveniente della cancellazione del suo volo non mancavano.

Chi vi scrive conosce molto bene come muoversi dall’Argentina verso un importante scalo Europeo dove le connections per Milano non mancano.

D’altra parte come ha fatto Lautaro Martinez a reggiungere Appiano con soli 45 minuti si ritardo?

Un brutto momento e   la solita uscita pubblica di Wanda Nara, che ha parlato senza mezzi termini di “distanza notevole” tra le parti per il rinnovo del contratto, pare anche alzando le richieste a 10 milioni di Euro e dei molti club interessati.

l’Inter è decisa a non tollerare oltre il comportamento della signora Icardi. Last but not least pare che l’Inter sia intenzionata a richiedere, conditio sine qua non, di richiedere al giocatore di trattare con un altro intermediario, e non con la moglie-procuratrice.

Riteniamo che pur dura, la posizione della società sia perfettamente in linea con quello che deve essere il corretto modo di comportarsi del procuratore di un giocatore del livello di Icardi: basta con l’utilizzo dei social, basta con sparate durante spettacoli televisivi et similaria.

Affari di questa portata si discutono in un luogo adatto, faccia a faccia, con riservatezza, se è possibile raggiungere un accordo soddisfacente per entrambe le parti bene, altrimenti ci si saluta con educazione e bon ton.

Ci sono molti club che sono disponibili a coprire d’oro il giocatore? Si presentino ufficialmente, siamo tutti stanchi che la signora Nara spiattelli notizie in ogni modo, millantando o dicendo il vero in merito ai “pretendenti” del giocatore.