Inter, fai la pazza stasera!

Eppure anche Stramaccioni le fece fare la pazza: fu la prima sconfitta della Juve allo stadium!

Eppure anche Stramaccioni le fece fare la pazza: fu la prima sconfitta della Juve allo stadium!

E’ giunta l’ora. Tra poche ore all’Allianz Stadium andrà in scena Juventus-Inter, il cosiddetto “derby d’Italia”.

Fu Gianni Brera oltre cinquanta anni fa, a coniare questa espressione, ad indicare lo scontro tra due squadre che, pur risiedendo in due città e regioni differenti, erano divise da una profonda rivalità, quella che normalmente si riscontra solo nelle classiche stracittadine, ossia i derby.

Juventus ed Inter rappresentano le due società di calcio nel nostro paese che hanno disputato più incontri in assoluto nella massima divisione (merito soprattutto dell’Inter), assieme al Milan sono tra le più titolate, e sempre con i rossoneri hanno il maggior seguito di tifosi.

Calciopoli del 2006 ha cambiato per sempre la storia della rivalità e dei rapporti tra le tifoserie. La retrocessione della Juventus in serie B e l’assegnazione ai nerazzurri del campionato 2005/06 è il vero motivo di divisione e di acredine.

Il Triplete interista del 2010 con le esternazioni mouriniane, ed i successivi sette anni di trionfi della Juventus in campo nazionale, sono gli ultimi episodi di una partita che non potrà mai essere considerata banale-

L’ultimo confronto dell’aprile scorso con il 3-2 bianconero a San Siro e che ha in pratica sancito l’ultimo scudo torinese, ha visto l’Inter ridotta in dieci per la contestata espulsione iniziale di Vecino e di contro polemiche a volontà per quella mancata di Pjanic.

Tutto questo ha contribuito a riattizzare gli animi.

Stasera si arriva con i nerazzurri terzi ad undici lunghezze di distacco da una Juventus praticamente imbattibile, che fin qui ha perso un solo punto con il Genoa e che sembra aver già chiuso la stagione italiana.

I ragazzi di Spalletti proveranno a riaprire i giochi, anche se l’impresa non sarà facile. L’Inter, che non ha problemi di infortuni, se non per Nainggolan lasciato a Milano, ritrova Vecino e Politano tra gli undici titolari con qualche dubbio da risolvere sulle fasce.

Allegri ha cercato di stemperare gli animi sostenendo che la prossima partita di Champions contro lo Young Boys sia molto più importante di quella di stasera, ma sa benissimo che non può essere così.

Che ci provi ad andarglielo a dire ai suoi tifosi che perdere contro l’Inter non fa male.

Qualche problemino di formazione ce l’ha con Alex Sandro e Khedira fuori, Betancur acciaccato e Emre Can al rientro dopo l’intervento, ma tenuto in panca.

Il pronostico pende e non poco verso Ronaldo &c, ma è convinzione di parecchi addetti ai lavori che l’Inter possa essere l’unica squadra in grado di battere la Juventus.

Un po’ perché fisicamente è tra le poche a tenerle testa, un po’ perché ha gli uomini in grado di  metterla in difficoltà, e soprattutto perché e pazza e quando è in giornata di pazzia può vincere con chiunque.

Sediamoci dunque sul divano sperando di essere investiti da un’ immensa ondata di dissennatezza.

Amala!