La partita di pallone…

Rita Pavone chiedeva di essere accompagnata la domenica allo Stadio per vedere la partita di pallone e non rimanere da sola a casa.

Rita Pavone chiedeva di essere accompagnata la domenica allo Stadio per vedere la partita di pallone e non rimanere da sola a casa.

Fino a qualche decennio fa la richiesta poteva essere esaudita, ma anche nel calcio non esistono più le stagioni di una volta, ed ora la scelta del giorno può essere varia .

Per vedere le partite di pallone si può andare già al Sabato, scegliendo uno degli anticipi pomeridiani o serali, talvolta anche il venerdì sera, quando la Champions obbliga ad anticipare parecchio i confronti delle partecipanti.

La domenica è impegnata praticamente tutto il giorno ; da mezzogiorno si può continuare sino a sera inoltrata, e in certi casi si arriva pure al Lunedì dopocena; senza contare che tra Champions, campionati esteri e Serie B ci sono settimane sold out con la sfera presa a calci praticamente tutti i giorni.

Ai piani alti della Uefa si sono inventati pure la Uefa Nation League per le Nazionali che impegnano i weekend delle soste.

Senza poi parlare dell’International Champion Cup estiva che ha detronizzato i vari Trofei Tim ferragostani o le disfide tirreno-adriatiche.

In ogni caso è inutile cercare l’Inter questo fine settimana. Non ha giocato manco in amichevole; pezzi di nerazzurro erano sparsi qua e là.

Proprio nella Uefa Nation League il trio croato Perisic, Brozovic e Vrsaljiko è andato in scena venerdì sera a Zagabria contro la Spagna , vincendo per 3-2; lo stesso trio si è poi ripetuto domenica pomeriggio a Wembley contro l’Inghilterra perdendo 2-1 e finendo nella serie B della manifestazione.

In Sudamerica venerdì notte Lautaro Martinez e Icardi si sono alternati la maglia da titolare nel vittorioso   2-0  Albiceleste contro il Messico, mentre Miranda e Vecino si sono scambiati la casacca alla fine del match tra Brasile-Uruguay vinto dai carioca per 1-0 con un rigore di Neymar.

I due interisti domani sera incontreranno rispettivamente i campioni del Mondo della Francia ed il Camerun.

L’olandese DeVrij venerdì sera ha sudato correndo dietro a Mbappè  in Olanda-Francia, ma ha portato a casa una vittoria fondamentale per il passaggio alle semifinali; ora se la vedrà contro Timo Werner nella gara decisiva contro la Germania.

Skrinjar ha partecipato alla festa slovacca nel 4-1 contro l’Ucraina e stasera ci sarà il derby contro la Repubblica Ceca;

I nerazzurri Gagliardini e Politano hanno assistito dalla panchina al pareggio a reti inviolate tra Italia e Portogallo di sabato sera, ma avranno chance di scendere in campo domani in Belgio nell’amichevole contro gli Stati Uniti.

Keita Baldè invece è rimasto a casa . La federazione del Senegal lo ha convocato per la partita contro la Guinea, ma ha inviato la comunicazione ad un vecchio indirizzo email dell’Inter non più in uso. Nessuno ha verificato in tempo il “delivery status notifications” così il buon Baldè ha disfatto la valigia ed è restato ad Appiano a farsi torchiare da Mister Spalletti.

Tutto qui. Tranquilli, domenica torna il campionato , anzi no. Sabato sera c’è il Frosinone

Amala