Sampdoria-Inter 0-1, le note di gara

Importante vittoria dell'Inter a Marassi contro una buona Samp.

Importante vittoria dell’Inter a Marassi contro una buona Samp.

Sampdoria-Inter 0-1 le note di gara

I nerazzurri espugnano Genova grazie alla rete del croato in pieno recupero: in precedenza il VAR aveva annullato due reti agli uomini di Spalletti

GENOVA – E’ un’Inter infinita. Succede di tutto a Genova nella quinta giornata di Serie A TIM: ai nerazzurri servono tre reti, di cui due annullate su segnalazione del VAR, per piegare la Sampdoria. Alla fine, il gol determinante è quello di Marcelo Brozovic, giunto (più che meritatamente) soltanto al minuto 94, che fissa sull’1 a 0 il risultato in favore della squadra di Luciano Spalletti.

L’avvio di gara è favorevole ai padroni di casa, che in più occasioni si fanno sentire dentro l’area di rigore interista. Ci prova subito Quagliarella in rovesciata, senza comunque creare grossi grattacapi ad Handanovic. Al minuto 11, la Samp cerca la porta prima con Defrel e poi con Linetty dal limite, trovando però in entrambi i casi le deviazioni di D’Ambrosio e Vecino. Ancora Quagliarella 120 secondi dopo: il destro dell’attaccante doriano viene bloccato centralmente da Handanovic. L’Inter cresce col passare dei minuti, facendosi vedere in avanti al 17′ con un destro dalla distanza di Nainggolan ben controllato da Audero e quindi al 33′ con un colpo di testa di Vecino, servito da Candreva, che termina alto sopra la traversa. Episodio controverso un minuto prima del 45′: Nainggolan trafigge il portiere avversario con un gran destro dal limite ma il direttore di gara, dopo un lungo check col VAR, sceglie di annullare la rete per via di un millimetrico offside di Icardi all’inizio dell’azione. Si va così al riposo col risultato fermo sullo 0 a 0.

Le squadre rientrano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo, ed è ancora l’Inter ad andare vicinissima al vantaggio: al 50′ Candreva si accentra da destra e lascia partire un sinistro a giro che, ad Audero battuto, si stampa sul palo interno. Nuova chance per i nerazzurri al 56′: cross da destra di Candreva, Icardi in tuffo gira di testa e il pallone termina sul fondo sfiorando il legno. In cerca della scossa decisiva, al 60′ Spalletti si gioca la carta Ivan Perisic, che prende il posto di Politano. In questa fase è Candreva il più pericoloso: il numero 87 nerazzurro, al 69′, conclude al volo di destro sul cross di Nainggolan, trovando la respinta d’istinto di Audero. Continua il pressing interista: al 72′ Icardi svetta a centro area sul morbido cross di Perisic ma la sfera termina a lato non di molto. La Sampdoria mette la testa fuori soltanto al 76′, quando Quagliarella tenta di sorprendere Handanovic con un bolide da circa 25 metri: conclusione sul fondo. Sempre Quagliarella torna a pungere al minuto 85, con un sinistro in precario equilibrio che termina alto sopra la traversa. La risposta nerazzurra è immediata: su mischia seguente a calcio d’angolo, Skriniar si gira all’improvviso col mancino calciando di potenza ma senza trovare la porta. L’urlo di gioia interista viene nuovamente spezzato a due minuti dal 90′: Asamoah supera Audero con un perfetto rasoterra dal limite ma il direttore di gara annulla anche in questo caso, avendo la palla superato la linea di fondo sul precedente cross di D’Ambrosio. Finale incredibile a ‘Marassi’: al 91′ Defrel va in gol ma la rete doriana viene giustamente annullata per il netto offside dell’attaccante francese. Poi, finalmente, al 94′, i nerazzurri abbattono il muro doriano: Brozovic controlla dentro l’area un pallone proveniente da sinistra e trafigge Audero con una velenosa rasoiata di destro. Stavolta è tutto regolare e poco dopo arriva il fischio finale: Sampdoria-Inter termina 0-1.

Ora, dopo questo fondamentale successo, subito testa alla Fiorentina: martedi sera si torna in campo a San Siro. Sempre #ForzaInter!

SAMPDORIA-INTER 0-1
Marcatori: 94′ Brozovic

SAMPDORIA: 1 Audero; 24 Bereszynski, 26 Tonelli, 3 Andersen, 29 Murru; 16 Linetty (59′ 14 Jankto), 6 Ekdal, 10 Praet (59′ 8 Barreto); 11 Ramirez (92′ 7 Sala); 92 Defrel, 27 Quagliarella
A disposizione: 72 Belec, 33 Rafael, 4 Vieira, 15 Colley, 18 Leverbe, 22 Tavares, 25 Ferrari, 40 Stijepovic, 95 Rolando
Allenatore: Marco Giampaolo

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 23 Miranda, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 87 Candreva (70′ 11 Keita), 14 Nainggolan (82′ 20 B. Valero), 16 Politano (60′ 44 Perisic); 9 Icardi
A disposizione: 27 Padelli, 5 Gagliardini, 6 De Vrij, 10 Lautaro, 13 Ranocchia, 15 Joao Mario, 29 Dalbert
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Linetty (S), Miranda (I), Defrel (S), B. Valero (I), Tonelli (S)

Recupero: 2′ + 5′

Arbitro: Guida
Assistenti: Meli, Paganessi
IV uomo: Piccinini
Addetti VAR: Fabbri, Vuoto

Fonte sito ufficiale F.C. Internazionale