Verso Juventus – Inter, la conferenza stampa di Luciano Spalletti

Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia del match con la Juventus: “E’ una sfida che carica ma dovremo mantenere lucidità ed equilibrio”

Verso Juventus – Inter, la conferenza stampa di Luciano Spalletti

Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia del match con la Juventus: “E’ una sfida che carica ma dovremo mantenere lucidità ed equilibrio”

APPIANO GENTILE – Giornata di conferenza stampa per Luciano Spalletti, in vista della sfida di sabato sera all’Allianz Stadium contro la Juventus: “Abbiamo tutto ciò che serve per affrontare al meglio il Derby d’Italia. I miei calciatori hanno una grande voglia di raggiungere obiettivi importanti, allo stesso modo dei nostri tifosi. La storia di questo club, i tifosi, la città di Milano meritano di avere dei giocatori che mettano in campo voglia e professionalità. Andiamo a giocare contro la squadra che ha vinto gli ultimi 6 Scudetti e disputato due finali di Champions negli ultimi tre anni: sappiamo quanto è forte l’avversario, ma in questi mesi abbiamo costruito una nostra convinzione e vogliamo metterla in campo. Abbiamo una precisa identità su cui continuare a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi e, dato l’andamento del campionato, ci vorranno moltissimi punti. Abbiamo individuato le nostre qualità, andiamo a giocarci la partita perché ci servono punti per la nostra classifica. La sfida con la Juventus sicuramente ti carica ma bisogna anche essere in grado di mantenere la lucidità. I ragazzi si sono allenati bene, sanno come comportarsi in campo e cercheremo di fare il massimo per noi e per tutti quelli che amano l’Inter. Noi vogliamo stare il più in alto possibile, dobbiamo lavorare in maniera seria e andare avanti passo dopo passo. Il risultato di questa partita, in ogni caso, non dovrà cambiare il nostro pensiero. La strada è ancora lunga e per affrontarla serve equilibrio”.

Alcune considerazioni tattiche in vista della partita: “Non dobbiamo inventarci nulla per questa gara, anzi. Dobbiamo ripetere quello che abbiamo fatto in questi mesi ed esibire il nostro valore. Ci fidiamo delle nostre qualità, andiamo a metterle in pratica. Dal punto di vista della personalità e del carattere dovremmo di certo farci trovare pronti da subito, dovremo avere reazioni forti rispetto a quello che farà il nostro avversario. Loro, inoltre, sono forti sulle palle inattive, per cui può essere utile schierare una squadra forte dal punto di vista fisico. Chi gioca a centrocampo? Abbiamo tanti giocatori di qualità, possiamo fidarci di tutti loro. Farò delle scelte, che ovviamente non saranno delle bocciature ma, come sapete, alla fine devono giocare in undici. In che posizione vedo meglio Borja Valero? In campo. Poi, dipende dalle caratteristiche degli altri giocatori al suo fianco ma lui è bravissimo sia sulla trequarti, sia più indietro, perché sa sempre dove è meglio posizionarsi per il bene della squadra”.

A Spalletti viene chiesto chi toglierebbe alla Juventus: “Dovendo scegliere, gli toglierei Allegri. E’ uno dei migliori allenatori nel cambiare a partita in corso, è bravissimo a gestire moduli e atteggiamento della propria squadra”. In chiusura, alcune considerazioni sui singoli: “Karamoh ha grande velocità, estro e inventiva, ha facilità nel saltare l’uomo. E’ un giocatore che può essere utilizzato in qualsiasi gara ma anche l’esperienza è una dote importante: ha grandi prospettive ma non carichiamolo di eccessive responsabilità. Vecino? E’ recuperato e a disposizione. D’Ambrosio e Santon in difficoltà contro gli esterni offensivi della Juventus? Non credo, sono giocatori che sanno gestirsi alla perfezione e sanno leggere nel migliore dei modi ogni situazione”.