Vai al contenuto

Allegri ancora in A? La Lazio ci pensa

Massimiliano Allegri preoccupato
CONDIVIDI:
Banner Libro

Allegri alla Lazio. Il grande valzer delle panchine del campionato di Serie A non si ferma e sembra avere ancora altre sorprese per i tifosi del calcio italiano, dopo le ultime vicende del calciomercato.

L’ultima indiscrezione vedrebbe la Lazio – alle prese con il divorzio con Igor Tudor che era entrato al posto di Maurizio Sarri a stagione in corso – interessata ad un protagonista degli ultimi campionati italiani: Massimiliano Allegri.

Il colpo di Lotito: chiama Allegri

Il tecnico livornese, che ha risolto il contratto che lo legava alla Juventus – dopo essere sostituito, da Paolo Montero, per le ultime due giornate di campionato dopo la Coppa Italia vinta -, è ora libero di accettare qualsiasi proposta per il suo futuro. Forte del suo curriculum, ha già destato le attenzione di qualche club.

Tra questi proprio la Lazio. I capitolini sono finiti nel grande caos delle panchine italiane, viste le dimissioni rassegnate da Igor Tudor dopo appena tre mesi dall’inizio della sua avventura come tecnico dei biancocelesti. Questo porta il patron laziale Claudio Lotito a riflettere e a valutare su chi affidare la panchina del club: tra i profili – in cui spicca anche un clamoroso ritorno di Maurizio Sarri – il sogno si chiama Massimiliano Allegri.

Infatti, l’allenatore del “corto muso“, che ha vinto cinque Scudetti, cinque Coppe Italia e due Supercoppe Italiane sulla panchina della Juventus, è un vecchio pallino del presidente biancoceleste, il quale lo aveva tenuto in considerazione prima del suo ritorno nella Torino bianconera nel 2021. Proprio Lotito, secondo un’indiscrezione, avrebbe chiesto la disponibilità ad Allegri per sedere sulla panchina della Lazio.

Un colpo che seguirebbe quello del ritorno di Antonio Conte, il quale sarà l’allenatore del Napoli la prossima stagione, insieme alle altre nuove panchine quali quella del Bologna con Vincenzo Italiano e della Fiorentina con Raffaele Palladino. Si rimane in attesa, invece, delle ufficialità di Thiago Motta come allenatore della Juventus e di Paulo Fonseca sulla panchina del Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts