Inter: parla Zhang Junior…

Parla Steven Zhang, e lo fa in una rarissima intervista concessa alla CNBC.

Inter: parla Zhang Junior…

Parla Steven Zhang, e lo fa in una rarissima intervista concessa alla CNBC.

Il figlio del patron dell’Inter comincia con un appello ai tifosi, che domenica scorsa hanno espresso il loro sdegno per una stagione fallimentare: “Bisogna avere pazienza e fiducia nel club, so che i tifosi amano la squadra con tutto il loro cuore. Il calcio in Europa è come una religione, la gente è pazza. Certo, proveremo a fare del nostro meglio, e lo faremo passo dopo passo. Suning ha una compagnia per i consumatori, e investire in una squadra di calcio diventa una porta per aprirsi a nuove esperienze, nuovi scambi, nuove culture. Poi il calcio è il calcio, ci sono sempre alti e bassi. Ma non si può cambiare il risultato del gioco in un periodo di tempo breve. Naturalmente – ha continuato Zhang jr. – la prossima partita è importante, specialmente se si possiede l’Inter, un club che ha tanto potere e tante responsabilità. Ma per avere successo penso che investire in strategie a lungo termine sia la cosa più importante per questo club”. Ma con chi dovrà ripartire l’Inter, Conte è l’uomo giusto? “Qualsiasi scelta è possibile – ha assicurato -. Ovviamente l’allenatore è molto importante per la squadra. Ma abbiamo bisogno di persone, giocatori e dirigenti che stiano e giochino per il club con il cuore e lo spirito. Come in un’azienda, dove bisogna avere i migliori impiegati. Non penso tanto ai piani per la prossima stagione, ma a dove questo club possa andare nei prossimi tre, cinque, dieci, anni”. Alla domanda su soldi Suning investirà nel club, Steven Zhang ha detto che la strategia e la visione del club è molto più importante dell’importo speso: “Dipende molto dai guadagni del club, ma conta di più il modo in cui vuoi investire. La cosa più importante è investire nella facilities, nelle Academy e per i giovani, perché vogliamo avere una crescita a lungo termine e un club in salute. Vogliamo che i giovani possano dare il loro meglio e avere un’opportunità per crescere e giocare in futuro in prima squadra”. Zhang junior poi ha aggiunto: “Non ho dubbi che la squadra presto giocherà bene. E’ un’enorme responsabilità, anche per me personalmente”.

Rassegna stampa  

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email