Zhang ribalta l’Inter, a rischio anche Icardi?

Dopo una stagione da dimenticare, da quali giocatori deve ripartire l’Inter?

Zhang ribalta l’Inter, a rischio anche Icardi?

Dopo una stagione da dimenticare, da quali giocatori deve ripartire l’Inter?

La Gazzetta dello Sport non ha dubbi e spiega che l’idea di Suning è quella di puntare su quattro certezze: Handanovic, Gagliardini, Medel (il cui rinnovo fino al 2020 è pronto), D’Ambrosio, più il giovane Pinamonti (un altro con il prolungamento a un passo). Joao Mario – aggiunge la rosea – sarebbe un altro da cui ripartire, se non altro perché non si può rientrare da un super investimento fatto appena un’estate fa, ma il portoghese è sotto esame. Così come Icardi, bomber e interista vero ma capitano poco riconosciuto dallo spogliatoio: venderlo è arduo, con una clausola da 110 milioni valida solo all’estero e solo fino al 20 luglio, ma dopo quella data gli eventuali interessati tratteranno con la proprietà nerazzurra.La rivoluzione, insomma, coinvolgerà tantissime teste: il ‘sacrificio’ più semplice sull’altare del mercato sarebbe cedere Perisic, sul quale si è inserito prepotentemente negli ultimi giorni il Psg. (Ausilio e Sabatini spingono per alzare fino a 55-60 milioni di euro la richiesta). Ci sono poi da valutare le mutate condizioni di Ranocchia e Jovetic, i cui riscatti – quasi certi fino a un mese fa – sono tornati in discussione per la retrocessione dell’Hull e per colpa dell’offerta al ribasso per il riscatto del Siviglia. Tra i cedibili presenti in rosa, invece, c’è Kondogbia, il cui addio sarebbe possibile se arrivasse un’offerta degna. Stesso discorso per Candreva, visto che l’Inter sta lavorando su profili come Berardi e Bernardeschi. Valutazioni in corso anche per Ansaldi – troppi acciacchi quest’anno – ed Eder che è stato molte volte il migliore e che potrebbe voler giocare di più, ma altrove. partenti. Hanno già le valigie pronte, infine, Carrizo, Santon, Nagatomo, Yao, Sainsbury, Biabiany, Palacio, Perisic, mentre Murillo vuole essere ceduto, si è sentito il capro espiatorio di tutto. Brozovic è difficile da riproporre visti gli atteggiamenti in campo. Banega è sparito dopo Crotone, smontando ogni discorso tattico costruito a luglio scorso. Infine, Gabigol: andrà in prestito per giocare, non è utile per nessuno giocare 20’ di tanto in tanto…

Rassegna Stampa 

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email