Vai al contenuto

Antonio Candreva raggiunge le 500 presenze in Serie A

Pochi uomini possono vantare un traguardo così importante come quello delle 500 gare in A: Antonio Candreva entra nella piccola cerchia in cui, tra l’altro, ci sono tanti uomini da derby di Milano.

Questa sera andrà in scena il big match tra Milan e Inter, una stracittadina che può esser teatro di uno Scudetto assegnato aritmeticamente ai nerazzurri e che ha visto come protagonista, qualche anno fa, anche un giocatore che nella giornata di ieri ha raggiunto un’importante traguardo personale, ovvero le 500 gare in A. Parliamo di Antonio Candreva, centrocampista offensivo ad oggi in forza alla Salernitana con cui, però, non sta vivendo una delle stagioni migliori della sua carriera. Il club campano, infatti, ha rimediato l’ennesima sconfitta in questo campionato ed è sempre più in fondo alla classifica con un futuro che, salvo stravolgimenti, la vedrà retrocedere nella Serie cadetta.

L’ex nerazzurro entra a far parte di una ristrettissima cerchia di calciatori, diciotto per la precisione. Tra i professionisti di oggi, solo Andrea Consigli è a quota 506, ma i nomi illustri del passato sono altisonanti. Gianluigi Buffon, ad esempio, è il primatista assoluto con le sue 658 presenze, ma è affiancato anche da tanti uomini che ricordano grandi sfide del nostro campionato, tra cui proprio il derby di Milano.

Tra i calciatori con almeno 500 presenze ci sono..

milan inter zanetti maldini

La stracittadina di Milano ha visto negli anni due protagonisti assoluti, fedeli ad un’unica maglia, come Paolo Maldini e Javier Zanetti, entrambi presenti in questa lista ristretta. Il rossonero è ancora oggi il più vicino al primatista Buffon, mentre l’argentino nerazzurro è tutt’oggi lo straniero con il maggior numero di gare del campionato. Simboli autentici di un calcio passato che cerca i propri eredi nel calcio moderno e che vede in Candreva un giocatore che, a conti fatti, ha fatto il suo in una carriera ricca di presenze, gol e risultati personali, come quello raggiunto ieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mirko Patera

Mirko Patera