Vai al contenuto

Audero verso la conferma: la società è contenta del suo rendimento

Emil Audero sembra destinato alla riconferma. In vista della prossima stagione, sono già iniziati i movimenti da parte degli uomini mercato dell’Inter. Come sempre l’obiettivo è puntellare la rosa, ad oggi finalmente con una profondità adatta a svolgere tutte le competizioni cercando di sostituire i giocatori partenti mantenendo o addirittura mantenendola competitiva. Un reparto che però non dovrebbe cambiare nella prossima stagione è la batteria di portieri, con Sommer che ha un contratto fino al 2025, con opzione per il 2026, con Di Gennaro che va verso il rinnovo e quindi rimarrà come terzo portiere. Discorso diverso per Emil Audero, secondo portiere nerazzurro, che è arrivato in estate dalla Sampdoria in prestito con obbligo di riscatto fissato a 7 milioni che scatta a determinate condizioni, che tuttavia difficilmente saranno raggiunte. Il giudizio della dirigenza sul portiere classe 97 però è molto positivo, viene visto bene sopratutto il modo in cui si è riuscito a inserire nel gruppo e all’atteggiamento positivo, a prescindere dal suo impiego in campo. Questa stagione Audero ha giocato solamente due partite, Benfica in Champions e Bologna in Coppa Italia, entrambe partite molto complicate.

Non è dunque da escludere la sua permanenza, tuttavia bisogna trovare un incastro con la Sampdoria. In questo senso, un aiuto potrebbe arrivare dall’ex primavera Sebastiano Esposito, passato in estate proprio alla Sampdoria e vincolato da un obbligo di riscatto in caso di promozione dei blucerchiati, uno scenario però poco realizzabile data la situazione di classifica. Una possibile opzione resta quello di un trasferimento a titolo definitivo dei due giocatori nelle rispettive squadre, generando una plusvalenza che farebbe comodo a entrambe le squadre. sono discorsi ancora prematuri ma il fatto che l’Inter non stia cercando un portiere rivela come le priorità del prossimo mercato saranno altre, visto che il budget sarà come al solito limitato.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts