Home Calciomercato Inter e Suning, presente incerto

Inter e Suning, presente incerto

Inter e Suning, presente incerto. Antonio Conte è stato chiaro, non vuole fare mercato.

Inter e Suning, presente incerto

Antonio Conte è stato chiaro, non vuole fare mercato.

Inter e Suning, presente incerto. Antonio Conte è stato chiaro, non vuole fare mercato.

C’era un tempo, nemmeno troppo lontano, in cui Inter e Juve si davano battaglia anche sul mercato senza esclusione di colpi: nell’estate 2019 al centro del contendere c’era Lukaku, qualche mese dopo Kulusevski.

Le cifre in ballo erano importanti, in sede di trattative si sognava in grande. Ora tutto è cambiato, per i due club rivali ma in tutto il mondo del calcio: Conte e Pirlo scenderanno in campo per tre punti pesantissimi nella corsa scudetto mentre Suning e la famiglia Agnelli studiano le prossime mosse. Con tutti i limiti che un periodo come questo impone.

L’Inter, in questo senso, si può definire ferma. A tenere banco sono i possibili scenari societari, con un epilogo che è tutto fuorché chiaro e scontato. Come ammesso anche da Marotta, Suning è alla ricerca di nuovi soci, con il fondo Bc Partners attualmente in una posizione privilegiata.

Qualunque sia il futuro societario del club, è chiaro che in questo momento sul mercato i nerazzurri siano da considerarsi fermi: l’autonomia è nulla e anzi la priorità è un taglio dei costi, con la possibile dilatazione degli stipendi come tema al centro del dibattito.

Le parole di Conte dopo il pari contro la Roma sono state chiare in questo senso: “La linea è chiara, io non voglio nessuno e lavoro coi calciatori a disposizione. Ci sono pregi e difetti in questa rosa, ma andremo a combattere con questi. Sono contento, poi dimenticate il discorso mercato per l’Inter perché a me hanno detto questo”. Difficilmente dunque la rosa potrà uscire rinforzata da questa sessione di trattative.

Fonte Gazzetta dello Sport