Vai al contenuto

Calcioscommesse, nuovo scandalo? Amichevoli truccate con rigori inventati

Francesco Baranca
CONDIVIDI:
Banner Libro

Ha dell’incredibile ciò che è emerso dalle rivelazioni di Francesco Baranca. Tutto ciò che ha rivelato potrebbe creare un nuovo scandalo calcioscommesse a livello europeo.

In un articolo riportato da Fanpage.it, Francesco Baranca, consulente di Sport Integrity Team nonché presidente del comitato per l’etica della Federcalcio ucraina ha raccontato di una situazione molto grave che potrebbe creare un nuovo caso scommesse in Europa. L’Italia ricordiamo che è già stata presa di mira dalle autorità per un sospetto caso scommesse sollevato dalle dichiarazioni dell’ex paparazzo Fabrizio Corona.

L’esperienza di Baranca nel mondo delle scommesse ha subito permesso all’avvocato di individuare delle anomalie del sistema di betting sul mondo del calcio. Il fenomeno che si sarebbe verificato prende il nome di match fixing, ovvero una partita in cui gli atleti stessi decidono di manipolare il risultato della partita a proprio piacimento, previo pagamento di una somma di denaro derivante da gruppi malavitosi legati alle mafie del gioco d’azzardo.

Francesco Baranca

Baranca ha raccontato che i campionati minori sono il nuovo target di questi giri d’affari poiché il costo per la corruzione è più basso e il livello di controllo è minore rispetto ai tornei maggiori. Spesso i fenomeni di match fixing sono accaduti in partite amichevoli tra squadre di livelli molto diversi. Su queste tipologie di amichevoli il controllo sulle scommesse è praticamente nullo ed è così che una eventuale combine diviene molto più facile da eseguire.

Alcuni esempi secondo Baranca sono delle amichevoli disputate nel mese di gennaio in cui il movimento delle quote, legato a degli evidenti errori arbitrali, ha sollevato più di un dubbio. Baranca ha suggerito che il movimento delle quote successivo ad un errore arbitrale ha subito fatto intendere che il protagonista fossero gli arbitri, rei di aver assegnato spesso dei calci di rigore senza alcun tipo di logica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts