Vai al contenuto

Calhanoglu infallibile dal dischetto: sono 12 su 12

La stagione di Hakan Çalhanoglu si è arricchita dell’ennesima perla, il rigore che ha dato il via alla roboante vittoria di sabato sera a San Siro contro l’Udinese e che ha permesso l’immediato contro sorpasso alla Juventus, vittoriosa sul Napoli nell’anticipo di venerdì. Il centrocampista turco ha così messo a referto la quarta rete nelle ultime cinque giornate di Serie A.

Coraggio, freddezza, precisione

Dal primo tiro dagli undici metri realizzato con la maglia dell’Inter (contro il Napoli, il 21 novembre 2021), Çalhanoglu è diventato un pilastro della formazione di Simone Inzaghi. L’intuizione dell’allenatore nerazzurro di affidargli le chiavi del centrocampo ha fatto si che il numero 20 arrivasse a un livello mai visto e di questo ne giovano anche le statistiche: grazie al penalty realizzato al 37′ del primo tempo, il centrocampista ha totalizzato uno score di 12 tentativi realizzati su 12 a disposizione, con una percentuale del 100% che lo colloca direttamente al top di questa speciale classifica; dal 2021/22 (suo esordio con l’Inter), tra chi ha trasformato il 100% dei rigori tirati, Hakan Çalhanoglu è il giocatore che ne ha trasformati di più nei cinque maggiori campionati europei, con 10 su 10 in campionato, 1 in Champions League e 1 in Coppa Italia.

Ora Çalhanoglu, qualora mantenesse questa media dal dischetto, potrebbe pensare di avvicinarsi al record di rigori segnati in una singola stagione di Serie A. Il primato appartiene a Ciro Immobile, che nella stagione 2019/2020 ha trasformato 14 penalty sui 15 calciati, seguito da Cristiano Ronaldo con 12 rigori realizzati.

I grandi rigoristi del passato nerazzurro

Nella storia dell’Inter, Çalhanoglu va sicuramente a posizionarsi in ottima compagnia di numerosi cecchini infallibili dal dischetto, considerando tutte le competizioni. Dagli undici metri, meglio di lui fino a questo momento, ha fatto solo Romelu Lukaku che di rigori nel doppio periodo nerazzurro ne ha trasformati 19 su 19. E come non dimenticare l’ex capitano Mauro Icardi capace di realizzarne 21 su 27, Ibrahimovic ne ha segnati 10 su 11, Milito 15 su 19, Eto’o 8 su 9, Adriano 7 su 11, Lautaro 13 su 19,  Altobelli 36 su 41, Matthäus 22 su 26, Boninsegna 31 su 32, Vieri 14 su 17, Ronaldo 15 su 18 e Djorkaeff 14 su 16.

Record infranto

La tradizione dei marcatori turchi in Serie A ha radici profonde. Agli amanti del passato non sarà sfuggito il nome di Şükrü Gülesin, bomber turco che vestì la maglia del Palermo nelle stagioni di Serie A 1950/51 e 1952/1953, con in mezzo una parentesi con la Lazio. Gülesin è stato il detentore del record di gol in Serie A per un calciatore turco, ben 36, delle quali 20 con la squadra rosanero.

Il 12 novembre, con la rete realizzata al Frosinone nella 12° giornata di Serie A, Çalhanoglu ha battuto quel record che durava da più di 70 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella