Vai al contenuto

Calhanoglu: “Szczesny il miglior portiere. Farei tirare i rigori a…”

Nel corso di un’intervista, il regista dell’Inter Hakan Calhanoglu ha parlato di alcuni argomenti, anche inerenti a dinamiche di spogliatoio, ecco le sue parole.

Elemento cardine della formazione allenata da Simone Inzaghi è sicuramente Hakan Calhanoglu, che per numeri è tra i migliori centrocampisti d’Europa, grazie agli 11 gol segnati in campionato. Il centrocampista turco, nel corso di un’intervista rilasciata a Gli Autogol, ha parlato di diversi argomenti, elogiando alcuni suoi compagni di squadra, così come Szczesny, considerato dal turco il miglior portiere. Ecco le sue altre dichiarazioni.

Calhanoglu: “Farei tirare i rigori ad Arnautovic”

calhanoglu thuram dimarco inter lazio

Il centrocampista turco ha parlato anche di alcuni segreti spogliatoio, definendo Barella, Thuram ed Arnautovic i più casinisti in squadra. Mentre sull’argomento dei rigori, con Calhanoglu che in stagione finora non ne ha mai sbagliato uno, ecco le sue parole riportate da Calciomercato.com:

A Marko (Arnautovic, ndr) farei tirare i rigori quando non ci sono io, li calcia bene. Quando li tiro, Simone Inzaghi si tocca sempre dietro per scaramanzia.”

Poi è passato alla sua concezione di calciatore ideale:

Il giocatore ideale dell’Inter avrebbe il fisico di Frattesi, la velocità di Buchanan, la tecnica di Mkhitaryan e i miei attributi”.

Calhanoglu ha poi risposto alle domande inerenti quale fosse il giocatore più forte con cui a giocato insieme e contro, oltre a comporre la sua squadre perfetta a calcetto, ecco cosa ha detto:

Il calciatore più forte con cui ho giocato? Arda Turan. E contro? Neymar. Come compagni di squadra a calcetto sceglierei Szczesny in porta, van Dijk in difesa, Barella e Mkhitaryan a centrocampo e Mbappé in attacco“.

L’intervista si è chiusa con un’opinione sul suo compagno di nazionale, ed attaccante della Juventus, Yildiz, affermando:

Ha molto talento, è molto bravo e ha molta fame, sono d’accordo con Szczesny.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto