Vai al contenuto

Cambia il regolamento sui cartellini tra Supercoppa e Serie A

A 8 giorni dalla prima delle due partite che si disputeranno in Arabia Saudita per la Final Four di Supercoppa Italiana cambia il regolamento su squalifiche, diffide e cartellini. Solitamente i cartellini ricevuti in campionato decidevano la presenza o l’assenza di un calciatore nella partita di Supercoppa, ma non sarà così nell’edizione 2024.

Tutti i giocatori potranno di diritto prendere parte alla Supercoppa, anche gli eventuali diffidati ammoniti nel corso della ventesima giornata di campionato che salteranno invece la successiva gara di Serie A. Anche nel caso in cui lo stesso diffidato ricevesse un cartellino giallo durante la semifinale di Supercoppa salterebbe la giornata seguente di campionato e non la finale. Discorso diverso in caso di espulsione durante la semifinale: chi ricevesse un cartellino rosso sarebbe costretto a saltare la finale di Supercoppa in caso di passaggio del turno della propria squadra.

Per quanto riguarda le sanzioni disciplinari rimediate durante la Supercoppa, invece, il discorso è inverso: i cartellini gialli o rossi rimediati durante la Final Four saranno scontati proprio nelle gare di campionato.

La squadra con più giocatori diffidati in vista della Supercoppa è il Napoli con ben 6 nomi (Cajuste, Di Lorenzo, Juan Jesus, Kvaratskhelia, Mario Rui, Mazzocchi), segue la Lazio di Maurizio Sarri con 5 (Cataldi, Immobile, Pellegrini, Rovella, Zaccagni), la Fiorentina con 3 (Biraghi, Bonaventura, Ikoné) e l’Inter con solo 2 giocatori (Barella, Calhanoglu).

In caso di ammonizione tra la ventesima giornata e le gare di Supercoppa i giocatori in diffida  salterebbero le seguenti partite della ventunesima uscita di Serie A:

Bologna-Fiorentina (14 febbraio)

Torino-Lazio (22 febbraio)

Sassuolo-Napoli (28 febbraio)

Inter-Atalanta (28 febbraio)


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati