Vai al contenuto

Un dato curioso in casa Inter: ecco cosa non succede da tre anni

L’inter si trova in un momento psico-fisico ottimale, con un percorso netto da inizio 2024, con nove partite giocate e nove vittoria ottenute, nei più diversi dei modi.

Anche questo è un pregio che Inzaghi ha saputo portare alla squadra: ora l’inter sa giocare tutti i tipi di partita ed è in grado di leggere molto attentamente gli avversari che si affrontano di volta in volta. Il rullino di marcia è iniziato il 6 Gennaio con la rocambolesca e contestatissima partita a San Siro contro l’Hellas Verona, decisa da un gol allo scadere di Frattesi. Successivamente c’è stata la goleada contro il Monza prima di partire per l’Arabia Saudita, dove l’Inter ha sollevato la Supercoppa Italiana per la terza volta di fila, rifilando tre gol alla Lazio e vincendo 1-0 contro il Napoli nella finale.

Dal rientro vincente in terra Araba, l’Inter ha continuato la sua marcia, seppur segnando di meno e ottenendo altre due vittorie di misura contro la Fiorentina in trasferta, dove le fatiche di coppa si sono leggermente sentite, e contro la Juventus nel big match del 4 febbraio. In entrambi le partite la squadra di Inzaghi avrebbe meritato di segnare più gol ma ha saputo dimostrarsi squadra unita e compatta, riuscendo a portare a casa due vittorie fondamentali.

Dopo il big match vinto con la Juventus l’Inter ha ripreso a segnare abbondantemente, rifilando quattro gol alla Roma e quattro alla Salernitana.

Ma esiste un dato che accomuna tutte queste partite: nessuna si è giocata alle tre del pomeriggio di Domenica. Ebbene sì, l’Inter non gioca la domenica pomeriggio alle 15 da molto tempo, precisamente dal 23 maggio 2021.

Data che i tifosi interisti ricordano con il sorriso poiché coincise con la vittoria in casa per 5-1 contro l’udinese, e sopratutto per la festa scudetto che si susseguì subito dopo.

Il precedente

Come detto l’ultima partita giocata dai nerazzurri risale al maggio del 2021 quando si giocò Inter-Udinese, ultima partita del campionato.

In quell’occasione, in uno stadio purtroppo vuoto per via delle restrizioni contro il Covid-19, l’Inter di Conte diede spettacolo, segnando cinque gol all’Udinese.

Andarono in rete quasi tutti i top player di quella squadra, con il gol d’apertura di Ashley Young, seguito dal gol di Eriksen e di Lautaro su rigore. Si aggiunsero alla festa anche Ivan Perisic che segnò un bellissimo gol con tiro a giro e Lukaku, che segnò di rimbalzo dopo un palo.

Da quel pomeriggio, che in casa Inter sperano di replicare al più presto, la squadra nerazzurra ha quasi sempre giocato in orari serali.

Questa statistica è destinata a continuare dal momento che anche nel mese di Marzo, i nerazzurri non scenderanno in campo la domenica pomeriggio.

Questa curiosa statistica è sicuramente sintomo di un calcio moderno, sempre più volto ad accontentare gli accordi commerciali con le pay tv piuttosto che alle preferenze dei tifosi, che vedono le partite della domenica in contemporanea come un lontano ricordo di un calcio diverso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts