Vai al contenuto

Il retroscena di De Vrij: “Lo proviamo sempre in allenamento”

Chiunque abbia avuto modo di vedere la vittoria casalinga dell’Inter contro la Salernitana avrà sicuramente notato il modo piuttosto curioso in cui è arrivato il raddoppio nerazzurro con Lautaro Martinez. Più in particolare, lo splendido tiro del centravanti argentino è arrivato solo dopo aver ricevuto un assist da rimessa laterale da parte del brasiliano Carlos Augusto.

Insomma, nulla di così eclatante, eppure di questi tempi non se ne vedono molti di reti segnate in seguito ad una rimessa laterale. Un episodio simile – divenuto sin da subito famoso per quello che è accaduto dopo – è accaduto nel match di Champions League fra TottenhamOlympiakos, dove un giovane raccattapalle ha consegnato subito il pallone al francese Aurier per poter battere in velocità la rimessa e segnare il gol del momentaneo 2-2. Alla guida degli Spurs c’era l’ex nerazzurro José Mourinho, il quale ha saputo regalare una mattinata da sogno a quel giovane raccattapalle.

Un gol arrivato in un modo bizzarro, ma non casualmente: questo è quello che ha evidenziato il centrale olandese Stefan De Vrij ai microfoni di DAZN dopo il triplice fischio.

De Vrij: “La mia miglior Inter? Probabilmente”

Una strategia ripetuta sia in allenamento sia in partita e che in occasione del raddoppio di Lautaro ha finalmente trovato la luce. De Vrij racconta come in ogni rimessa laterale tutti i giocatori dell’Inter cercano di velocizzare la manovra chiedendo una distribuzione della palla veloce e rapida da parte dei raccattapalle.

A volte può non succedere, a volte invece si può arrivare anche al gol. Dopodiché l’olandese ha sottolineato la grande forza di questa Inter, evidenziando il percorso di crescita esponenziale che negli ultimi anni ha caratterizzato tutti i suoi compagni di squadra. Un processo lento ma efficace che adesso sembra alludere ad un solo ed unico obiettivo: lo Scudetto. Un trofeo che però anche l’ex Lazio cerca di allontanare il più possibile, predicando calma e massima concentrazione in ogni partita che verrà.

Adesso testa a martedì, dove l’Inter ospiterà l’Atletico Madrid di Diego Simeone in occasione degli ottavi di Champions League. Una sfida bella ma molto tosta dove scenderanno in campo degli assoluti fuoriclasse: primo fra tutti il francese Antoine Griezmann, uno dei più pericolosi dei Colchoneros. De Vrij ha speso parole al miele anche per il suo connazionale Memphis Depay, descrivendolo come un grande attaccante e difficile da marcare. Per concludere il n° 6 nerazzurro ha fatto chiarezza sulle sue condizioni: in particolare ha confermato di sentirsi in forma e di farsi trovare pronto per qualunque evenienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Riccardo Fattorini

Riccardo Fattorini

Sono un giornalista sportivo alla ricerca di nuovi stimoli ed esperienze formative. Amo il calcio e amo poterlo raccontare in diversi modi, anche sotto il mio punto di vista.View Author posts