Vai al contenuto

Dimarco dopo il pareggio con il Napoli: “C’è un po’ di delusione ma continuiamo a lavorare”

Federico Dimarco è intervenuto dopo il pareggio dell’Inter contro il Napoli di Francesco Calzona. L’esterno interista ha esordito nell’intervista chiarendo che non sa cosa sia successo di preciso tra Acerbi e Juan Jesus con il difensore italiano che sembrerebbe aver rivolto insulti razzisti a Juan Jesus. In ogni caso ribadisce che i due si siano già chiariti a fine partita e che non vede ulteriori problemi.

Dimarco, inoltre, parla dell’andamento della partita: “Il primo tempo abbiamo avuto un buon approccio giocando con grinta, forza e voglia. Non abbiamo sfruttato le nostre occasioni come avremmo dovuto. Peccato per la leggerezza commessa sul gol del pareggio, forse frutto di disattenzione e stanchezza dei 120′ giocati a Madrid mercoledì. Dispiace perchè volevamo ripartire con una vittoria.

Dimarco: “Niente calcoli, continuiamo a lavorare.”

dimarco esultanza inter

L’esterno nerazzurro ha poi proseguito: “Con l’Atletico non siamo riusciti a chiudere la partita nonostante avessimo avuto tante occasioni, poi ai rigori è andata come è andata. Siamo comunque usciti a testa alta contro una squadra molto valida che ha sempre dimostrato di valere nei momenti che contano, soprattutto in Champions. Stasera invece abbiamo affrontato il Napoli che è una squadra in crescita ed è tornata a giocare bene com e faceva con Spalletti. Ho grande rispetto per entrambe le squadre.

Infine, Dimarco ha concluso: “mancano due mesi alla fine del campionato. Dobbiamo mostrare ancora molta maturità perché anche durante la stagione abbiamo avuto dei momenti in cui abbiamo perso un po’ la direzione anche dopo le vittorie. Bisogna continuare a lavorare e non sarà un pareggio a fermarci dal buon cammino di questa stagione. Guardiamo alla prossima partita, non voglio fare nessun calcolo.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts