Vai al contenuto

Dribbling, velocità e personalità: i primi 13 minuti di Buchanan con l’Inter

Dribbling, velocità e personalità: i primi 13 minuti di Buchanan con l’Inter Finalmente dopo più di un mese dal suo acquisto, ha esordito il primo canadese della storia della Serie A: Tajon Buchanan. L’esterno classe ’99 ha trovato spazio per la prima volta dopo essere arrivato dal Club Brugge, in Belgio, per 7 milioni di euro ed è subentrato al minuto 77′ al posto di Bastoni. Condizione ideale per esordire: sul 3-0 contro la Salernitana, ultima in classifica; un palcoscenico perfetto per mettersi in mostra ad allenatore e tifosi e far vedere di cosa è capace.

In questo mese Buchanan ha lavorato tantissimo e ha imparato molto, stupendo lo staff d’allenamento interista, rimasto impressionato dalla dedizione del giocatore e dalle sue qualità atletiche. Alla fine, alla prima occasione disponibile, la chance guadagnata è stata sfruttata al massimo dal giovane esterno interista, che ha subito stupito i tifosi con accelerazioni, dribbling e cambi di passo. L’esordio lo ha lasciato contentissimo, definendolo un sogno che si avvera.

Il suo ingresso in squadra poteva rappresentare un punto di domanda visto il gruppo super affiatato che compone l’Inter di quest’anno e visto il modo di giocare a memoria dei nerazzurri. Inoltre va detto che l’esordio è arrivato in un ruolo propriamente non suo. La logica avrebbe portato a far giocare Buchanan sulla fascia destra ma, una volta entrato, è rimasto sulla corsia sinistra. Non una novità per lui ma comunque non la sua posizione naturale. E lui non si è fatto minimamente problemi. Pronti, via prende palla sulla sinistra, doppio passo e penetra in area in velocità, saltando di netto Sambia, suo diretto marcatore, che lo stende e quasi causa un rigore.

Il futuro vede la quasi certa partenza di Juan Cuadrado e Denzel Dumfries. Il sample del giocatore è ancora ridotto ma, se dovesse continuare sulla strada giusta, non è escluso che Buchanan possa diventare un elemento fondamentale per l’Inter della prossima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts