Addio ad una leggenda!

Niki Lauda tre volte campione del mondo di Formula 1, se ne andato stanotte in una clinica svizzera dove era ricoverato da alcuni giorni. Da tempo soffriva per problemi ai reni e l’anno scorso aveva subito un trapianto del polmone.

Addio grande Niki! R.I.P.

Niki Lauda tre volte campione del mondo di Formula 1, se ne andato stanotte in una clinica svizzera dove era ricoverato da alcuni giorni. Da tempo soffriva per problemi ai reni e l’anno scorso aveva subito un trapianto del polmone.

Addio ad una leggenda!

70 anni a febbraio Lauda ha rappresentato per decenni il prototipo del campione della Formula 1. Vinse il titolo nel 1975, nel 1976 e nel 1984, i primi due con la Ferrari ed il terzo con la Brabham, partecipando a 171 gran premi , vincendone 25.

 

Freddo, calcolatore, meticoloso e maniacale per il modo con cui studiava l’ingegneria tecnica e motoristica della macchina che guidava, il pilota austriaco divenuto eroe nazionale, ebbe solo un sussulto d’animo quando nel 1976, dopo il terribile incidente di Hockenheim con l’incendio che lo sfigurò a vita, nel pieno della lotta per il mondiale con James Hunt, nel Gp del Giappone corso al Fuji decise di scendere dall’auto per le difficili condizioni atmosferiche, lasciando di fatto il titolo al rivale, poi diventato suo grande amico.

Dopo il ritiro la sua passione per i motori lo ha portato a fondare e dirigere due compagnie aeree, la Lauda Air e la Niki . Quindi dal 2012 era stato nominato  presidente esecutivo della scuderia tedesca Mercedes Amg F1 seguendo tutte le gare del circus, fino all’anno scorso quando la malattia lo ha costretto allo stop.

“Avrei preferito correre di gran lunga all’epoca odierna: mi sarei tenuto le orecchie ed avrei guadagnato di più” (Andreas Nikolaus Lauda 1949-2019)

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!