Bellinazzo: “Yonghong Li non è Zhang…

L’Inter è destinata a diventare prima rivale della Juve….

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, ha offerto degli aggiornamenti sul closing del Milan e sulla figura di Yonghong Li: “Parliamo di una trattativa, di un processo, che è cambiata almeno 5-6 volte nel corso degli ultimi mesi. La situazione attuale dice che Yonghong Li non è più un semplice intermediario, ma il nuovo, eventuale, proprietario del Milan. Sembra un personaggio misterioso, anche svolgendo delle accurate ricerche non è stato semplice arrivare ai dettagli del suo patrimonio.

Insomma, non è Suning Group. Se l’operazione dovesse concretizzarsi, sarebbe a quel punto necessario capire come sarà gestito il club dal punto di vista finanziario e con quali prospettive. Mi aspetto un quadro più chiaro da qui al 14 aprile. Li sarebbe il nuovo presidente? Questo sarà un aspetto da analizzare internamente. Aggiungo però che tale operazione porterà un carico di debiti non indifferente. Ogni anno ci saranno degli interessi a cui far fronte, e questo toglierà qualcosa a chi gestirà il Milan.

La squadra dovrà tornare in Champions League il prima possibile, in modo tale da avere sponsorizzazioni da grande club europeo. Ci sono ancora una serie di incognite intorno a questo scenario, al contrario dell’Inter dopo l’ingresso di Suning. I nerazzurri sono destinati a diventare i primi rivali della Juventus”.

NDR: Yonghong Li avrebbe reperito sul mercato dei capitali, pare dal fondo Elliot, i danari necessari al “Closing”. Elliot non regala danaro a nessuno ed è solito farsi pagare “molto salato”… Il carico debiti/interessi sarà molto gravoso per la nuova proprietà del Milan, un’operazione “alla Thohir”, forse più rischiosa? Mah… In concreto pare che Yonghong Li sia impegnato alla restituzione di 305 mln ca. entro 18 mesi. Gli artefici dell’operazione sarebbero italiani, i nomi non hanno importanza… L’intermediario cinese avrebbe perso i 200 mln di caparra versati e per evitare tale eventualità si è indebitato. Riteniamo che l’operazione passera sotto il controllo dell’Unità di informazione finanziaria per la verifica della lecita provenienza dei fondi…

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email