Caro Mauro come spesso accade ultimamente hai sbagliato il tiro!

Non bastavano gli errori di ieri; anche oggi il numero 9 nerazzurro sbaglia il tiro, e si lascia andare ad uno sfogo sui social rimbrottando i tifosi che erano allo Stadio per seguire Inter-Bologna.

Non bastavano gli errori di ieri; anche oggi il numero 9 nerazzurro sbaglia il tiro, e si lascia andare ad uno sfogo sui social rimbrottando i tifosi che erano allo Stadio per seguire Inter-Bologna.  

Caro Mauro come speso accade ultimamente hai sbagliato il tiro!

Se non la ami quando perde, non amarla quando vince” è la botta verso l’incrocio che stamattina il centravanti argentino ha indirizzato, stavolta verso gli spalti, e che sinceramente, dà più fastidio che il tiro calciato fuori ieri pomeriggio dopo l’assist involontario di Poli.

La conclusione odierna scaraventata sui social è sbagliata per tutta una serie di motivi:

  1. Il pubblico interista è certo esigente, difficile e pretenzioso, ma c’è stato, e c’è sempre, nonostante questi lunghi e duri anni di insoddisfazioni e delusioni.
  2. La tifoseria interista è la più presente allo stadio in Italia, nonostante, e solo per fare degli esempi, i cinque gol presi anni fa dall’Udinese, i quattro subiti dal Cagliari, i due incassati da degli sconosciuti israeliani, oppure le scoppole interne con il Novara ed il Sassuolo, od i punti persi malamente con squadre poi finite regolarmente in serie B.
  3. Il pubblico interista ha visto fior di giocatori svanire nel nulla. Gente che faceva fuoco e fiamme indossando altri colori, e che inspiegabilmente finiva per diventare un ectoplasma non appena si metteva la maglia nerazzurra.
  4. Il pubblico interista ha visto campioni capaci di mettersi in spalla la squadra nei momenti più difficili, autentici fuoriclasse del pallone in grado non solo di trascinare gli uomini in campo, ma di incendiare la passione nerazzurra, cosa che da tempo non succede più a San Siro.
  5. Senza andare tanto lontano nel tempo, il pubblico interista ha gremito gli spalti sin da un’ora e mezza prima del calcio di inizio di ogni partita della Champions di quest’anno ed ha segnato il gol del 2-1 al Tottenham e quello del pareggio contro il Barcellona nella partita contro i monstre.
  6. Il pubblico interista ha visto giocatori sbagliare gol decisivi senza neanche centrare la porta a due metri di distanza, ha visto ciabattare consecutivamente cross dal fondo, ha visto i suoi prodi uccellati da sconosciuti facitori di football, ha visto ex, odiati o dimenticati, infilare l’incrocio del palo da trenta metri di distanza, ha visto squadre avversarie fare risultato pieno dopo che da mesi avevano smarrito l’idea della vittoria.
  7. Il pubblico interista ha sopportato i Brothers Universally United e soprattutto l’Inter Bells di due natali fa e il capodanno cinese di questo, ed in questi casi ne è uscito con le ossa rotta, si badi bene contro Udinese e Bologna.
  8. Il pubblico interista ha accarezzato sogni di gloria, o pseudo tale, fino alla fine mese di novembre, salvo poi vedere la propria squadra vaporizzarsi, facendo perdere le tracce nei successivi mesi invernali.
  9. Il pubblico interista ha visto la propria squadra ormai da anni viaggiare ad una media di almeno 30 punti dalla prima, e 10/20 dalla seconda e si chiede se in società debba essere assunta una equipe di psicologi, ma una di quelle brave però.
  10. Il pubblico interista assiste ogni anno a pantomime su rinnovi contrattuali, su mal di pancia arrivati più o meno improvvisamente, su gente che si lamenta di giocar poco e che quando entra in campo invece di mangiar l’erba che pesta, si addormenta sulle spalle degli avversari.
  11. Il pubblico interista sopporta gli isterici tweet delle wags di turno, e le comparsate televisive di procuratori od affini.
  12. Il pubblico interista, forse quello più sgamato, ieri ha scommesso sul 2, perché ormai conosce bene i suoi polli.

Quanto altro si potrebbe scrivere?

Ebbene, dopo tutta questa sfilza di sopportazioni e tolleranze, dopo aver buttato via tempo e soldi e magari anche aver preso del gran freddo, il pubblico interista viene criticato perché di fronte all’ennesima figuraccia, ha i maroni che frullano come eliche di transatlantici in mezzo agli Oceani?

Ci si lagna e ci si indispettisce perché si è osato fischiare?

E cosa si pretendeva che si facesse … invitarli forse a cena .

Mi spiace Mauro, come ieri pomeriggio, hai sbagliato tiro!