Contro la Juventus la madre di tutte le partite

Battere i campioni d’Italia. Per andare in Champions nel solco di un miglioramento continuo.

Battere i campioni d’Italia. Per andare in Champions nel solco di un miglioramento continuo.

Contro la Juventus la madre di tutte le partite

Vecino, uno di quelli a cui piace segnare gol pesanti, nei giorni scorsi ha provato a caricare l’ambiente. “Abbiamo la possibilità di chiudere il discorso Champions, anche perché le altre avranno scontri difficili in questo turno. Sarà una bella opportunità, è una partita sentita dall’ambiente”.

 

 

Se la Juventus mette in fila il suo ottavo scudetto della storia l’Inter cercherà di battere i nuovi campioni d’Italia. In casa propria e con il sostegno di uno stadio come sempre gremito. La Juventus giocherà la sua partita; da sempre e come accade soprattutto negli ultimi anni si tratta di una gara in cui le motivazioni sono molto forti in tutti i protagonisti.  Conterà solo vincere. Sia pure partendo da posizioni diverse e con strumenti e obiettivi differenti.

L’Inter insegue, con accanimento, un posto nella massima competizione continentale; la Juventus tutta una serie di record vari ed eventuali tra cui la classifica cannonieri di Ronaldo. Con la Roma una frenata ma l’Inter sabato proverà a chiudere la pratica Champions. Lo farà dando fondo a tutte le energie e con il pensiero che la partita contro i campioni d’Italia potrebbe rappresentare anche la vetrina giusta per ulteriori scopi dimostrativi.

Per lasciare evidenti segni di crescita di una formazione che con Spalletti è sicuramente migliorata ma che tanto resta da fare proprio in vista di un’ulteriore riduzione del gap con i torinesi. La personalità è cresciuta. Anche la difesa ha registrato un passo in avanti e Lautaro ha dimostrato di poter essere utile in un futuro prossimo.

Sul banco degli imputati resta la mancanza di continuità, un male diventato ormai cronico. Se le distanze con Napoli e Roma si sono innegabilmente assottigliate è importante evidenziare come i bianconeri potrebbero costituire il classico banco di prova per dire a che punto si trova la squadra interista e dove sarà chiamata a migliorare.

Per battere la Juventus occorrerà la gara perfetta, ha ricordato Massimo Moratti. E l’Inter proverà a farla; conservando il giusto equilibrio tra i reparti e migliorando la qualità del gioco. Spalletti così disse.

 

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!
Print Friendly, PDF & Email