Giugno, il mese dell’importante manovra finanziaria dell’Inter

Giugno 2018: incredibile operazione economico finanziaria dell’Inter

Grande operazione economico finanziaria dell’Inter che si mette in regola nei tempi previsti con l’UEFA e pone le basi un imponente rafforzamento della squadra.

In quest’ultimo anno in cui l’Inter si prepara ad uscire dal Settlement Agreement siglato da Thohir, fatto che avverrà il prossimo 30 giugno 2019, la proprietà ed il management della società hanno posto in essere una manovra economica finanziaria di sicuro livello, che mette la società in ottima posizione per completare il mercato estivo e pone basi concrete per porre fine al monitoraggio UEFA tipico del “Settlmeent Agreement”. 

Il primo obiettivo centrato è il ripianamento del bilancio in accordo con i paletti FPF: mi sarebbe più facile scriverlo in inglese, ma tenterò di farmi capire con l’italiano. Servivano circa 45 milioni di Euro per ripianare il bilancio, con le cessioni di giocatori della pluridecorata squadra Primavera, di alcuni giocatori già in rosa nella passata stagione è stato sfondato il muro dei 50 milioni di Euro. L’operazione capolavoro è stata l’acquisizione dal Sassuolo del calciatore Policano senza uscita di danaro cash, avvenuta con la forma del prestito oneroso, con diritto di riscatto di Policano al termine della prossima stagione. L’onerosità del prestito per la stagione 1.7 – 30.6.2019 è stata coperta a zero, mediante la cessione del calciatore Odgaard a 7 milioni di Euro a copertura dell’onerosità del prestito. Il diritto di riscatto sarà esercitato a discrezione del club nerazzurro, pertanto considerando i termini di origine dell’acquisizione di Jens Odgaad, acquisito dal Lingby lo scorso anno per 1.5 mln di Euro, l’Inter cedendolo in pagamento per 7 mln di Euro ha realizzato una plusvalenza di 5.5 mln di Euro, senza movimentazione di danaro. Il riscatto di Kondogbià e di Murillo da parte del Valencia hanno generato plusvalenze come del resto la cessione di Nagatomo al Galatasaray e di Santon e Zaniolo alla Roma quale parziale pagamento in contropartita di Nainggolan ed il riscatto di Francesco Bardi dal Benevento. Dodici sono state le cessioni di giovani e le più importanti sono corredate di opzione di riacquisto riservata al club nerazzurro. In contemporanea l’Inter ha rinegoziato i contratti di alcuni giocatori, allungandoli di un anno: l’operazione consentirà di alleggerire la pressione degli ammortamenti sulle componenti positive del reddito. 

Sul fronte mercato in entrata l’Inter si è assicurata 2 importanti giocatori il centrale della Lazio Stefan De Vrji e l’esterno sinistro della Juventus Asamoah a parametro zero ed ha concluso l’accordo con l’argentino Martinez con decorrenza 1° luglio. Last but not least negli ultimi mesi della stagione conclusasi il 30 giugno 2018 sono stati conclusi nuovi accordi di partnership commerciale. Non dimentichiamo che ora l’Inter potrà iscrivere a bilancio il premio di qualificazione alla prossima Champions League ed i premi e le percentuali sugli incassi, a valore variabie, delle 6 gare della fase a gironi della Champions e, voglia il “signore” anche uno dei premi di accesso alla fase ad eliminazione diretta.

Ora il club nerazzurro potrà dedicarsi al completamento del mercato estivo, sappiamo tutti molto bene che l’Inter ha bisogno di cedere ed il primo giocatore della lista è Biabiany, che dovrebbe partire a giorni; c’è Pinamonti in procinto di uscire, ovviamente con la solita clasusola di riacquisto…Poi molto probabilmente si alzerà il tiro sui nomi dei giocatori: al momento metteremmo in prima lista Eder, Karamoh – che dovrebbe uscire in prestito – Candreva – ??? – etc., per ora non consideriamo altre uscite eccellenti… 

Da stamattina è purtroppo azionabile da un club estero la famosa clausola rescissoria dei 110 milioni di Euro, anche se da persone normalmente affidabili, ci giunge l’informazione che difficilmente Mauro Icardi lascerà l’Inter, già, non è sufficiente pagare la clausola, è necessario anche l’accordo del giocatore, che arriverebbe solo dinnanzi ad un’offerta di ingaggio impossibile da rifiutare, ma pare che l’ipotesi dell’addio di Icardi sia poco verosimile. Contiamo i giorni, oggi sono 14 giorni e 12 ore….

Ci domandiamo se i tifosi che parlavano a vanvera di Zhang si siano ricreduti…

Amala!