Il commento della trentunesima giornata di serie A

Viene archiviata anche la trentunesima giornata.

In testa la lotta Juventus Roma si trascinerà ancora fino allo scontro diretto dell’Olimpico, in coda torna a sperare il Crotone anche alla luce del rallentamento dell’Empoli. Partiamo dalla prima in classifica, la Juventus, che nel match d’anticipo grazie ad una doppietta del Pipita Higuain batte agevolmente il Chievo Verona. La Roma non fatica più di tanto sul campo di uno spento Bologna e passa 0-3 grazie alle reti di Fazio, Salah e Dzeko. La partita dell’Olimpico mette(se mai ce ne fosse stato bisogno) la parola fine alla lotta Champions, il Napoli supera la Lazio con un netto 0-3 e allontana forse in maniera definitiva le pretendenti al terzo posto. Callejon e una doppietta di Insigne spengono i sogni di gloria biancocelesti. Rallenta l’Atalanta che si fa bloccare in casa 1-1 dal Sassuolo, neroverdi avanti con Pellegrini e pareggio orobico con Cristante. Dilaga il Milan che, in attesa del closing, travolge 4-0 un Palermo ormai condannato, a segno Suso, Pasalic, Bacca e Deulofeu. La sorpresa di giornata arriva da Crotone dove i padroni di casa superano 2-1 un’irriconoscibile Inter, apre nel primo tempo una doppietta di Falcinelli, nel secondo tempo gol di D’Ambrosio ed inutile assalto finale dei nerazzurri che, dopo la Champions, forse dicono addio anche all’Europa League. Sampdoria e Fiorentina si dividono la posta, 2-2 il risultato di Marassi vantaggio blucerchiato con Fernades e pareggio viola con Rodriguez, ancora padroni di casa avanti con Alvarez e pareggio ospite con Babacar. Il Torino vince 2-3 sul campo del Cagliari, sardi avanti su rigore con Borriello, sale in cattedra il Toro che con Ljajic, Belotti e Acquah si porta avanti 1-3, il secondo gol sardo porta la firma di Han Kwang. L’Udinese supera 3-0 un Genoa confuso, reti di De Paul, Zapata ed autorete di Rubinho. Chiude l’Empoli che nel match del sabato pomeriggio pareggia in casa 1-1 contro il Pescara, vantaggio toscano con El Kaddouri pareggio abruzzese con Caprari.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email