Il punto sulla Serie A Tim alla 22sima giornata

l’Inter centra la settima consecutiva e domenica sfiderà la Juve a Torino…

Possiamo affermare con certezza che la ventiduesima giornata di serie A ha favorito due squadre: la Juventus, capolista che allunga il suo vantaggio sulle inseguitrici, e l’Inter rinata con Stefano Pioli che scavalca anche la Lazio e si porta a meno tre dal Napoli ed a meno cinque dalla Roma. A questo punto i nerazzurri, se davvero vorranno dimostrare di essere da Champions dovranno superare l’esame di maturità domenica sera allo Juventus Stadium. Mission impossible?…

Tornando ai fatti del campionato la capolista Juventus passeggia sul campo di un Sassuolo che ormai non deve più chiedere nulla alla stagione, le reti nel primo tempo di Higuain e di Khedira chiudono subito il discorso.

Perde terreno la Roma che in vantaggio due volte a Genova contro la Sampdoria riesce a farsi rimontare e superare, 3-2 il risultato finale. Vantaggio giallorosso con Bruno Peres, pareggio blucerchiato con Praet, ancora vantaggio Roma con Dzeko, pareggio e sorpasso dei padroni di casa firmati da Schick e Muriel.

Altra sorpresa della giornata il Napoli bloccato in casa 1-1 contro il nuovo Palermo di Lopez. Siciliani avanti con Nestorovski e pareggio nella ripresa di Mertens. A nulla è servito il forcing finale dei partenopei che raccolgono forse meno di quanto avrebbero meritato e non solo non agganciano la Roma ma sentono il fiato sul collo dell’Inter ormai distante solo tre punti.

L’Inter appunto che nel sabato sera contro il Pescara suona la settima sinfonia, 3-0 firmato D’Ambrosio, Joao Mario ed Eder. Incredibile all’Olimpico, dopo aver dominato novanta minuti la Lazio subisce contro il Chievo la più amara delle sconfitte, 0-1 il risultato finale con una rete al novantesimo di Inglese e sorpasso subito ad opera dell’Inter.

Bloccata anche l’Atalanta che non va oltre l’1-1 sul campo del Torino, vantaggio granata con Iago Falque e pareggio di Petagna.

Non è giornata nemmeno per il Milan capace di perdere 2-1 sul campo dell’Udinese, eppure i rossoneri erano partiti bene andando avanti con Bonaventura, si spegne la luce e prima Thereau e poi De Paul mettono al tappeto il team di Montella che vede finalmente finire il mese di gennaio a lui solitamente ostico.

Indubbiamente la partita più spettacolare è quella del Franchi tra la Fiorentina ed il Genoa finita con un pirotecnico 3-3, doppio vantaggio viola con Ilicic e Chiesa, rimonta ligure firmata dal solito Simeone ed Hiljemark, ancora viola avanti con Kalinic e definitivo pareggio dei grifoni con Simeone. Pareggio che non sa di nulla quello del Sant’Elia tra Cagliari e Bologna, nell’indifferenza più totale vanno avanti prima i felsinei con Destro a pareggiare ci pensa Borriello. Infine chiudiamo con il Crotone che non vuole smettere di credere nella salvezza e con una prova gagliarda supera in casa 4-1 l’Empoli adesso distante otto punti. Protagonista assoluto è Falcinelli autore di una tripletta, la prima rete calabrese porta la firma di Stoian mentre a nulla è servito il momentaneo pareggio firmato da Mchedlidze.

{loadposition EDintorni}