Il punto sulla Serie A Tim alla 25sima giornata

L’Inter tiene colpo contro i felsinei e prova a stare in corsa…

La venticinquesima giornata di serie A si è giocata in tre giorni e la cosa che sicuramente non è mancata sono stati i gol. A cominciare dall’anticipo del venerdì sera dove la capolista Juventus liquida la pratica Palermo con un netto 4-1, reti bianconere firmate da Dybala due volte, Higuain e Marchisio, a rendere meno amara la sconfitta ci ha pensato Chochev nel finale. Pioggia di gol anche all’Olimpico dove la Roma travolge 4-1 il Torino confermandosi con pieno merito seconda forza del campionato. Partono a razzo i giallorossi avanti di tre reti con Dzeko, Salah e Paredes, Maxi Lopez accorcia le distanze e Nainggolan chiude il discorso siglando il 4-1 finale. Dopo la delusione di Champions contro il Real Madrid il Napoli torna il solito Napoli ed asfalta facilmente il Chievo Verono 1-3, a segno Insigne, Hamsik e Zielinski, rete della bandiera gialloblu di Meggiorini. L’Atalanta si conferma una splendida realtà e nell’anticipo contro il Crotone vince sia pure a fatica 1-0 grazie ad un gol del gioiellino Conti. Vince anche l’Inter appaiata in classifica ai nerazzurri di Bergamo, 0-1 contro il Bologna ed a segnare è(udite udite)Gabriel Barbosa meglio conosciuto come Gabigol. Andando insietro nel tempo proprio in quel di Bologna segnò la sua prima rete nerazzurra il fenomeno Ronaldo, che sia un segno del destino?…Vince la Lazio in rimonta in quel di Empoli, toscani in vantaggio con Krunic, rimonta biancoceleste firmata da Immobile e Keita. Nello spareggio Uefa tra Milan e Fiorentina ad avere la meglio è l’undici di Montella capace di battere 2-1 la squadra di Paulo Sousa. Apre le marcature Kucka, pareggio viola di Kalinic e definitivo vantaggio rossonero con il nuovo acquisto Deulofeu. Sampdoria e Cagliari preferiscono non farsi del male ed a Marassi la sfida finisce 1-1, vantaggio sardo con Isla e pareggio blucerchiato con Quagliarella. Davanti agli occhi del mitico Zico riesce a farsi prima raggiungere e poi superare da un Sassuolo in netta ripresa, vantaggio friulano con Fofana rimonta emiliana firmata da una doppietta di Defrel. La sorpresa della giornata arriva dall’Adriatico dove il nuovo Pescara di Zeman ridicolizza il Genoa 5-0, apre un’autorete di Orban, due gol di Caprari, Benali e Cerri.

{loadposition EDintorni}