Copia di Il punto sulla Serie A Tim alla 33sima giornata

Tonfo dell’Inter a Firenze…

Il campionato ha preso una direzione ben precisa, tutto sembra essere delineato a pèarte l’ultimo posto disponibile per l’Europa League, che Milan e Inter fanno a gara per non giocare, e l’ultimo posto utile per la salvezza che vede in lotta l’Empoli ed un redivivo Crotone. Partiamo dalla capolista Juventus che supera senza troppi problemi uno spento Genoa, allo Juventus Stadium finisce 4-0 reti di Dybala, Mandzukic, Bonucci ed un autogol di Munoz. Prova a stare dietro la Roma che esce vittoriosa 1-4 dalla trasferta di Pescara, reti di Strootman, Nainggolan e doppietta di Salah, per i padroni di casa a segno Benali. Con questa sconfitta la squadra di Zeman saluta in anticipo la serie A in quanto matematicamente retrocessa. Il Napoli viene fermato sul 2-2 dal Sassuolo e si allontana dal secondo posto, in vantaggio con Mertens gli azzurri si fanno prima rimontare e poi superare da Berardi e Mazzitelli, ci pensa Milik a ristabilire poi la parità. La Lazio travolge in casa 6-2 il Palermo, doppietta di Immobile e tripletta di Keita, si fa vivo il Palermo prima con una doppietta di Rispoli che serve a poco anche perché alla fine il baby Crecco chiude il giro delle marcature. L’Atalanta sia pure a fatica supera in casa 3-2 il Bologna, nerazzurri avanti con Conti e Freuler, accorcia Destro e pareggia Di Francesco, gol vittoria degli orobici firmato da Caldara. Cade in casa il Milan fermato 1-2 dall’Empoli, toscani avanti con Mchedlidze e Thiam intervallate da un rigore fallito da Suso, di Lapadula il gol della bandiera rossonero. Pirotecnico 5-4 della Fiorentina su un’Inter ormai inesistente, vantaggio viola con Vecino, pareggio e sorpasso frmati da Perisic e Icardi, rigore fallito malamente da Bernardeschi. Quando tutto lasciava pensare che i nerazzurri avrebbero portato a casa i tre punti ecco la caduta libera, quattro gol in sedici minuti firmati da Babacar due volte e ancora Vecino. Ci pensa il solito Icardi con una doppietta ad alimentare le inutili speranze nerazzurre. Il Torino sbanca Verona, finisce 1-3 sul campo del Chievo grazie alle reti di Lijajc, Zappacosta e Iago Falque intervallate dal gol bandiera scaligero di Pellissier. Cade in casa la Sampdoria sconfitta 1-2 dal Crotone, vantaggio blucerchiato con Schick pareggio e sorpasso calabrese firmati da Falcinelli e Simy. Infine nel match della Dacia Arena finisce 2-1 tra Udinese e Cagliari, doppio vantaggio bianconero firmato da Perica e Angella e gol bandiera dei sardi firmato da Borriello.

{loadposition EDintorni}