La presentazione della 37sima giornata

Penultima partita campionato 2016 – 17.

La presentazione della 37sima giornata

Penultima partita campionato 2016 – 17.

Mancano solo due giornate di Serie, ma che hanno ancora molto da dire: si deciderà chi andrà direttamente in Champions: Napoli e Roma si stanno dando lotta per il secondo posto, sia quale sarà la squadra Campione d’Italia (anche se alla Juventus manca soltanto un punto), chi si salverà. Vediamo subito le partite. Chievo-Roma (Sabato, ore 18:00): Chievo già da un po’ salvo, che non ha nulla da chiedere a questo campionato, tranquillo al dodicesimo posto. Roma invece che sta lottando col Napoli per il secondo posto che varrebbe la Champions League diretta. Sicuramente la Roma dovrà fare la partita e dovrà assolutamente vincere. Anche se sulla carta sembra un match agevole, la Roma stia attenta, ha già perso molti punti contro squadre inferiori. Non può più sbagliare. Napoli-Fiorentina (Sabato, ore 20:45): due squadre con un ottimo organico ma una forma diversa. Da un lato c’è un Napoli in forma smagliante che non perde dal 25 Febbraio contro l’Atalanta. Dall’ora un’ottima striscia positiva con ben 8 vittorie e 2 pareggi. Non può permettersi di sbagliare. La Champions dista soltanto un punto e nel caso in cui la centrasse, arriverebbero ottime entrate dalla UEFA che aumenterebbero il budget a disposizione da mettere sul mercato. Dall’altro lato c’è la Fiorentina di un Paolo Sousa che è ancora in corsa per l’Europa League, ma è un po’ troppo zoppicante. Napoli leggermente favorito. Empoli-Atalanta (Domenica, ore 15:00): anche qui ci sono due squadre con umori opposti: l’Empoli ha bisogno di punti per salvarsi, un’eventuale retrocessione rovinerebbe tutto il buon lavoro fatto in questi anni. Atalanta che non ha più nulla da chiedere a questo campionato grazie all’aritmetica conquistata che garantisce la qualificazione alla prossima Europa League. Forse per questo l’Empoli è leggermente favorito. Genoa-Torino (Domenica, ore 15:00): Genoa che ha urgentemente bisogno di punti. Il Crotone dista soltanto due punti e nel caso riuscisse a sorpassare il Genoa, si ritroverebbe salvo con il grifone in Serie B. Sarebbe un grosso fallimento. Il Torino invece, si trova al decimo posto con nessun obbiettivo da centrare, ma con tanta voglia di fare. Sarà un bel match e pieno di gol. Juventus-Crotone (Domenica, ore 15:00): entrambe hanno bisogno di punti. La Juventus per laurearsi campione d’Italia, il Crotone per non perdere terreno sul Genoa ed Empoli e cercare di salvarsi. Sulla carta non c’è partita, ma attenzione, il Crotone sarà più determinato, poiché anche se la Juventus non dovesse fare il punto necessario, rinvierebbe la festa a Bologna, squadra che non ha niente da chiedere al campionato. Milan-Bologna (Domenica, ore 15:00): Milan che ha bisogno di vincere per tenere a “distanza di sicurezza” le inseguitrici per il sesto posto. Obbiettivamente sfiderà un Bologna già salvo, senza obbiettivi. Non penso ci saranno problemi per il Milan a vincere e arrivare sesta, anche perché la Fiorentina gioca a Napoli (campo veramente difficile) e l’Inter a Roma contro una Lazio in forma nonostante le due sconfitte. Sassuolo-Cagliari: (Domenica, ore 15:00): due squadre che spesso e volentieri fanno divertire soprattutto i tifosi neutrali, che sfornano belle prestazioni condite da tanti gol. Nessuna delle due ha ancora un obbiettivo in ballo e penso che Domenica scendano in campo per divertirsi. Sarà una bella partita. Udinese-Sampdoria (Domenica, ore 15:00): come Sassuolo-Cagliari, sono due squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato. Udinese che non ha mai regalato prestazioni spettacolari, però chissà, ora che è salva, potrebbe scendere in campo per divertirsi, come fa spesso la Sampdoria. Vedremo. Lazio-Inter (Domenica, ore 20:45): Lazio che non vince da due partite di fila, in molti pensano sia in crisi, ma non lo è. Comunque sta fornendo in continuazione belle prestazioni, la partita con l’Inter potrà essere la dimostrazione che non perde tutti gli scontri diretti contro le squadre alla pari. Inter invece che vede allontanarsi sempre di più l’Europa League ed è sempre più in crisi, vedremo se riuscirà a regalare un’ultima prestazione degna ai propri tifosi, calmando un po’ l’ambiente. Pescara-Palermo (Lunedì, ore 20:45): l’ultima partita delle dieci che compongono la 37esima giornata di Serie A, è Pescara-Palermo. Due squadre già in Serie B che non possono più cambiare il loro atroce destino. Comunque sono due squadre che hanno (sia in negativo che in positivo) fatto emozionare i propri tifosi con le loro prestazioni. Penso vedremo una buona partita,entrambe proveranno a far divertire i propri tifosi.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email