L’imperativo è vincere contro la Roma per avvicinare l’Europa

Spalletti confida nel buono stato di salute della sua squadra per distanziare ulteriormente i giallorossi

Spalletti confida nel buono stato di salute della sua squadra per distanziare ulteriormente i giallorossi

L’imperativo è vincere contro la Roma per avvicinare l’Europa

Contro la Roma sarà dura. I giallorossi si giocano tanto. Ranieri, a distanza, elogia l’Inter e pone l’accento sulla capacità dei nerazzurri di correre, pressare e lottare. Dipinge l’Inter come una squadra che sta bene ma spinge anche sull’immagine di una Roma che piano piano sta assimilando il Ranieri-pensiero.

Motivo in più, quest’ultimo, per prestare la massima attenzione. Le squadre guidate dal tecnico romano sono sempre difficili da affrontare. Sono, in genere, ben organizzate e combattono strenuamente.

Ma l’Inter è pronta. Ed è consapevole di due cose. Vincendo metterebbe una seria ipoteca su uno dei due posti che ancora restano sulla prossima Champions League; l’altra consapevolezza deriva da un ritrovato smalto che dopo lo scivolone in casa contro la Lazio sembrava come sepolto.

Vincere, o meglio, provare a vincere è fondamentale. Con cautela; importante è anche non prestare il fianco alle ripartenze della Roma. L’avversario è temibile; ha una difesa bloccata e fa un buon possesso palla.

Speculare il cammino delle due contendenti nelle ultime tre partite con sette punti conquistati.

L’Inter ha travolto il Genoa, pareggiato con l’Atalanta e vinto a Frosinone. La Roma ha pareggiato in casa con la Fiorentina e poi ha battuto Samp e Udinese.

Se l’Inter ha ritrovato Icardi, la Roma ha potuto di nuovo contare sui gol di Dzeko e su di una difesa ben registrata.

Entrambi gli attaccanti, in particolare, hanno forza, esperienza e talento. E sono in grado di fare la differenza sottorete. Occhio anche a Vecino che mostra sempre una certa prolificità contro le squadre romane.

I nerazzurri appaiono, come si diceva, in salute. Le ultime prestazioni sono incoraggianti. Il calcio è di nuovo buono e Spalletti è soddisfatto della sua squadra.

Importante sarà l’approccio alla gara, saper mantenere la concentrazione giusta per tutti i novanta minuti.

Lo stesso tecnico di Certaldo, nella conferenza stampa di ieri, non ha mancato di sottolineare, ancora una volta, come la costanza (di risultati e di rendimento) costituisca sempre un fattore di crescita importante ma anche il differenziale giusto per essere vincenti.

Inutile sottolineare come la partita contro i giallorossi rappresenti una tappa importante anche in vista della successiva gara, sempre al Meazza, contro la Juventus. La Roma, insomma, appare importante per i punti in palio ma anche per lo stesso morale nerazzurro.

Ad attendere i nostri ci sarà il solito pubblico, appassionato e numeroso, pronto a dare una mano per cercare di agguantare un successo che è vitale.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!