Luciano Spalletti: “Dobbiamo avere carattere e dare tutto in questa stagione”

Dal ritiro di Brunico2017, il tecnico nerazzurro in conferenza stampa: “Vogliamo essere una squadra forte, da Inter. Perché far parte dell’Inter ti perfora il cuore”

Luciano Spalletti: “Dobbiamo avere carattere e dare tutto in questa stagione”

“Vogliamo essere una squadra forte, da Inter. Perché far parte dell’Inter ti perfora il cuore” Riscone di Brunico

{loadposition adorizzontale} 

Prima conferenza della stagione 2017/2018 per Luciano Spalletti, che ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo di Riscone di Brunico: “Le sensazioni sono buone perché sono convinto che questa squadra abbia qualità. Naturalmente ci siamo detti delle cose per il tragitto che dovremo costruire insieme. I ragazzi devono ridarmi quello che ho lasciato. Ho lasciato la Champions per allenare l’Inter e saranno loro a dovermela restituire.

Le intenzioni sono buonissime, c’è disponibilità ad ascoltare e voglia di seguire insieme la strada giusta. Dobbiamo essere il più professionali possibile. Sono sicuro che ci saranno giocatori che ribalteranno le convinzioni sulle loro qualità”. “Vogliamo lottare fino all’ultima partita per rientrare nelle prime quattro posizioni. Se ci arriveremo sarà frutto di un lavoro costante, dovremo trovare l’equilibrio giusto nella testa e nel gioco. Sarà fondamentale il carattere dei giocatori, non dovremo mai darla vinta, cercando di andare tutti in maniera forte nella stessa direzione, per tutti i novanta minuti. Dovremo essere tosti e compatti, avere carattere e dare tutto in questa stagione. Vogliamo essere una squadra forte, da Inter. Perché far parte dell’Inter ti perfora il cuore. Ho ricevuto tanti messaggi prima del ritiro, tra cui quello di Mourinho, che mi ha fatto l’in bocca al lupo per i risultati e mi ha fatto capire tante cose sull’affetto per i colori nerazzurri”.

Qualche domanda anche sui singoli:

“Brozovic? Dipenderà molto dalle sue intenzioni perché le qualità sono sotto gli occhi di tutti. È un giocatore completo, deve essere più costante. Perisic? Non possiamo parlare di ogni elemento. Le qualità di questi giocatori sono indubbie, ma ho bisogno di tempo per verificare le caratteristiche della rosa. Icardi? È un calciatore forte, bravo soprattutto dentro l’area di rigore e tutti vorrebbero avere un terminale offensivo così. Sono curioso di conoscere quello che saprà fare in giro per il campo perché quello che sa fare negli ultimi metri è sotto gli occhi di tutti ed è tanta roba”.

Infine, sul mercato: “Saremo attenti. Acquisteremo dei calciatori che andranno a integrare questa rosa e qualcuno partirà. Ma non sono solo gli acquisti a determinare i risultati. Dipende da che innesti si fanno, come si integrano e come si lavora. Noi dobbiamo lavorare su tante cose”.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email