Vai al contenuto

Ex nerazzurri: C come… Cancelo!

Cancelo maglia Inter
CONDIVIDI:
Banner Libro

Dopo Almeyda e Banega, erano già stati acquistati i biglietti per un volo transoceanico: non rimaneva se scegliere Cambiasso, Cordoba, o magari Crespo. In questo caso però, forse è giusto ricominciare dal vecchio continente per parlare di un calciatore che con la maglia nerazzurra ha saputo proporsi come uno dei giocatori più tecnici e veloci di tutto il mondo: si vola in Portogallo assieme a Joao Cancelo

La stagione 2017/2018 è stata probabilmente una delle più importanti della storia recente nerazzurra. Dopo le macerie e i diversi cambi di guardia dell’annata precedente, Luciano Spalletti si insediò sulla panchina nerazzurra riportando i colori della Beneamata in Champions League dopo ben 7 stagioni. I presupposti non furono dei migliori dato che il calciomercato non regalò nomi da prima pagina, a differenza del Milan che, grazie anche alle numerose “cose formali”, si proponeva come nuova forza del campionato. L’abilità del tecnico di Certaldo fu quella di impermeabilizzare la difesa, trovare una collocazione a Brozovic e affidare un ruolo fondamentale nella manovra a Joao Cancelo.

Joao Cancelo arrivò all’Inter in prestito dal Valencia senza troppi clamori e fin da subito in molti si chiesero se un giocatore con queste caratteristiche potesse fare la differenza nel campionato italiano. Dopo un periodo di prevedibile ambientamento condito anche da un infortunio, il laterale portoghese si prese l’Inter diventando uomo chiave e mostrando una capacità incredibile ad aggredire gli spazi: velocità, dribbling e tanta tantissima qualità. Cancelo si rivelò un’autentica spina nel fianco degli avversari e grazie anche alla sua continuità di rendimento, contribuì moltissimo alla conquista del tanto agognato posto Champions, festeggiato quasi come uno scudetto. 

Cancelo trovò nell’Inter il posto giusto in cui esprimersi ed imporsi come uno dei migliori laterali del mondo! La mancanza di liquidità però, obbligò l’Inter a rinunciare al riscatto di Cancelo fissato a 40 milioni. Così, prima ancora dell’inizio del mercato, la Juve operò l’ennesimo scippo aggiudicandosi le prestazioni del portoghese per la stessa medesima cifra: che gran beffa. Con la maglia bianconera non riuscì ad avere la stessa continuità della stagione precedente e dopo solo un anno finì alla corte di Guardiola al Manchester City. 

Oggi Cancelo è considerato a tutti gli effetti un top player di caratura internazionale e questo, nonostante tutto, lo deve anche all’Inter…

Il tifoso nerazzurro non potrà mai dimenticare la sua velocità supersonica e i suoi dribbling funambolici. 

Il tifoso nerazzurro non potrà mai dimenticare i cross taglienti che partivano da quei piedi magici.

Il tifoso nerazzurro non potrà mai dimenticarela sua Live su Instagram dopo Lazio – Inter.

Il tifoso nerazzurro non potrà mai dimenticare il giorno in cui vestì la maglia della Juve: in cuor suo però, il tifoso nerazzurro avrà detto “tanto non farà bene come all’Inter”… 

Joao Cancelo, 28 volte nerazzurro, per sempre nerazzurro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alberto Cattaruzza

Alberto Cattaruzza