Vai al contenuto

Farris a DAZN: “De Rossi ci darà filo da torcere. Ha riacceso il fuoco della squadra”.

Nella trasferta di Roma, l’Inter perde il suo direttore d’orchestra, per restare in tema di Sanremo. Simone Inzaghi è stato ammonito da Maresca nella sfida al vertice di domenica sera contro la Juventus ed essendo diffidato, è stato costretto a saltare la trasferta nella Capitale.

Al suo posto, i ragazzi saranno telecomandati da Massimiliano Farris, vice del tecnico piacentino, che oggi affronterà De Rossi nella sua prima sfida contro una big del campionato. Roma-Inter sta ormai per iniziare e la guida nei nerazzurri ha risposto alle domande nel prepartita di DAZN. Ecco le sue dichiarazioni.

Le parole di Farris a DAZN

Farris intervista Roma-Inter

Oggi sarà la prima prova di maturità per il tecnico dei giallorossi, che già nei giorni scorsi aveva caricato l’ambiente in vista del big match di oggi pomeriggio. Farris nelle sue parole sottolinea le qualità dell’ex capitano della Roma, sottolineando come oggi la squadra meneghina si aspetti che i padroni di casa sappiano dar loro del filo da torcere.

Daniele De Rossi ha riacceso il fuoco della squadra, lo stesso che la tifoseria non ha mai perso, dice Farris. L’allenatore capitolino è reduce da tre successi consecutivi e sta vivendo un momento di grande forma, dovuto anche alla loro posizione in classifica che consente loro di lottare per la zona Champions.

A proposito del rendimento di Calhanoglu, che nel big match di domenica ha giocato una gara perfetta che può essere riassunta nel lancio per Dimarco a tagliare la difesa schierata dei bianconeri, Farris sottolinea le qualità e la disponibilità del giocatore. Il suo rendimento non è più una sorpresa, perché è un giocatore che mette quotidianamente negli allenamenti la voglia di migliorarsi insieme al gruppo. Il giocatore è molto disponibile verso il gruppo e , come dice Farris, segue le nuove soluzioni che vengono proposte durante le sedute di allenamento, mettendo chiaramente poi le sue qualità. Notevoli, aggiungeremmo.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni