Vai al contenuto

Frattesi: “All’Inter stimoli continui e tanta serenità. Il gol che scelgo è…”

Frattesi maglia inter
CONDIVIDI:
Banner Libro

Davide Frattesi è stato uno dei calciatori più decisivi quest’anno. Ecco le sue parole alla consegna del premio Gentleman

La figura di Davide Frattesi è stata, a spanne, una delle più importanti e decisive della stagione interista. La mezzala ex Sassuolo è arrivato l’estate scorsa e tutti pensavano che nel giro di qualche settimana si sarebbe preso la titolarità a centrocampo togliendola a Mkhitaryan, affiancando Barella e Çalhanoglu. E invece l’armeno ha vissuto una stagione clamorosa dal punto di vista delle presenze e dei minuti giocati, ma Davide non si è lasciato abbattere. Anzi, ha trovato un ruolo diverso, da subentrante a partita in corso come mezzala di corsa e inserimenti.

Infatti, in questa nuova veste, Frattesi è stato uno dei giocatori più decisivi dell’Inter in relazione ai minuti giocati. Sono sei i gol della mezzala, tre di questi segnati dopo il 90′ e due che hanno portato sei punti cruciali per la corsa scudetto contro Verona e Udinese. L’altro gol dopo i 90′ è arrivato contro il Milan, nel derby d’andata, andando a segno per il 5-1 finale. Le prestazioni della sua prima annata in nerazzurro, con tutta probabilità, gli varranno la chiamata di mister Spalletti per far parte della rosa azzurra in vista di EURO 2024.

Il classe ’99, presente ieri alla serata per la consegna del premio Gentleman, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ho capito fin da subito che con il nostro gruppo saremmo potuti andare lontano. Il momento più bello è stato sul pullman durante la festa”. Inoltre, Frattesi ha scelto qual è stato secondo lui il gol più importante della sua stagione: “Il mio gol più importante? Quello col Verona è stato importantissimo.”

L’intervista del numero 16 è poi proseguita così: “Cosa consiglio ai nuovi? Venite tutti a zero! (ride, ndr.) Il gruppo è sempre molto importante. Anche nei momenti brutti il gruppo fa la differenza e si riescono a superare. Il momento peggiore dell’anno? La sconfitta agli ottavi con l’Atletico. Questa sicuramente è una pecca in un’annata straordinaria ma l’anno prossimo ci riproveremo. In sostanza, è stato un anno molto importante per la mia carriera.”

Infine, Frattesi chiude con una battuta: “Quanti gol farei se giocassi titolare? Scherzo spesso con i miei compagni su questo. Dicono sempre che Inzaghi dovrebbe sempre farmi partire dalla panchina. Dicevo ‘mannaggia’, ma mica puoi non segnare? (ride, ndr)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts