Vai al contenuto

Genoa-Inter, le pagelle: Sommer e Calhanoglu flop, Arnautovic c’è

Sommer 5. Il colpo di testa di Dragusin è potente ma l’errore tecnico del portiere svizzero è evidente.

Bisseck 6. La sua fisicità è un fattore sia quando difende che quando si spinge nell’area avversaria. Prova qualche sgroppata palla al piede ma non è serata.

Acerbi 5,5. Nel primo tempo soffre Ekuban e si dimostra meno roccioso del solito. Nella ripresa si rende pericoloso con un colpo di testa respinto da Martinez.

Bastoni 6. In fase di spinta il secondo tempo lo vede più protagonista del primo. Dietro non compie miracoli ma si guadagna onestamente la pagnotta.

Darmian 5.5. Prestazione anonima sulla destra. Non riesce a tenere basso il diretto avversario, Martin. Non è brillante, probabilmente avrebbe bisogno di un po’ di riposo.

Barella 5,5. Si danna l’anima per provare a dare la scossa ai compagni ma è confusionario. Corre tanto, quasi sempre a vuoto.

Calhanoglu 5. Non trova mai la posizione giusta in campo, la sua regia è inesistente. Completamente annullato dalla gabbia costruita attorno a lui da Gilardino.

Mkhitaryan 5. Poche idee ma confuse. Come sempre ci mette grinta e voglia ma sbaglia troppe scelte.

Carlos Augusto 5,5. Spinge poco e male sulla sinistra e non arriva mai sul fondo.

Thuram 5. Con Arnautovic l’intesa è pari a zero. Vaga per il campo cercando la profondità che il Genoa non concede mai. Con il pallone tra i piedi combina poco. Irriconoscibile.

Arnautovic 6.5. Il gol è meritato. Fa a sportellate con i difensori avversari, cuce il gioco e in area è una minaccia costante per Dragusin e De Winter, almeno nei primi 45′.

Inzaghi 5,5. Perde a sorpresa la battaglia dei 3-5-2 con Gilardino. Gli avversari sono ben organizzati e lui dalla panchina non trova le soluzioni giuste per scardinare le certezze rossoblu. Forse avrebbe potuto anticipare un paio di cambi.

 

Subentrati:

Sanchez 5,5. Il suo ingresso non cambia l’inerzia della partita. Fumoso e poco incisivo.

Frattesi 6. Corsa e muscoli in mezzo al campo per provare a fare la differenza nel finale. Entra con voglia ma non incide.

Dumfries 5,5. Il ritorno dopo l’infortunio non è dei migliori: dentro per aumentare la spinta sulla destra, non si vede mai.

Pavard s.v.

Klaassen s.v.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vincenzo Corrado

Vincenzo Corrado

Giornalista professionista, scrittore e altre cose che andavano di moda prima dell'intelligenza artificiale. Caporedattore de Il NerazzurroView Author posts