Vai al contenuto

Gudmundsson rinnova, ma il futuro è in bilico: su di lui anche gli occhi dell’Inter

Albert Gudmundsson si è reso protagonista di un grandissimo inizio di stagione con la maglia del Genoa. Ha fin qua disputato 12 gare su 12 dal primo minuto disputando un totale di 1075 minuti, impreziositi da 5 goal (più i 2 realizzati in Coppa Italia). L’islandese con la sua classe e i suoi dribbling è senza dubbio la gemma più splendente della sua squadra e sta diventando sempre più un uomo mercato.

Un rinnovo che non significa permanenza

Da qualche giorno è ufficiale il rinnovo di Gudmundsson con il Genoa fino al 2027. Il classe 97 andrà a guadagnare 1,2 milioni di euro netti a stagione. Il rinnovo però potrebbe non bastare per scongiurare una sua partenza in estate, che anzi appare piuttosto probabile.

Già la scorsa estate il Genoa aveva respinto un’avance del Napoli per il suo gioiello. Anche a Gennaio la musica non dovrebbe cambiare: il numero 11 è troppo importante per la squadra e sarebbe un suicidio privarsene a salvezza non ancora raggiunta.

In estate avrà tanti occhi addosso, tra cui quelli dell’Inter, che già più volte ha mandato i suoi emissari a visionarlo. Le altre squadre interessate sono Roma e Fiorentina in Italia, West Ham e Aston Villa in Premier League secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport.

L’avventura al Genoa

Gudmundsson aveva avuto un piccolo assaggio di Serie A nella seconda metà della stagione 2021/22, quando arrivò in Liguria dall’AZ Alkmaar. Si rivelarono 6 mesi sfortunati che culminarono con la retrocessione del Grifone, in cui tuttavia riuscì a mettere a segno 1 goal in 12 presenze accumulate, spesso da subentrato.

La stagione scorsa in Serie B è stata quella in cui si è fatto veramente conoscere dai tifosi genoani. Ha contribuito in maniera considerevole alla promozione della squadra, dopo un solo anno di Cadetteria, con 11 goal e 4 assist messi a referto.

La stagione in corso è fino ad ora quella della definitiva consacrazione. Neanche i più ottimisti si sarebbero aspettati un simile impatto alla prima vera stagione disputata da protagonista in Serie A. Non ha minimamente risentito del salto di categoria, mantenendo numeri in termini di goal e assist del tutto simili a quelli dello scorso anno. Si è preso sulle spalle l’intero attacco del Genoa, ultimamente spesso orfano di Mateo Retegui, suo partner d’attacco e fiore all’occhiello della campagna di mercato dei Liguri, che sta combattendo con continui fastidi al ginocchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli