Vai al contenuto

Il futuro di San Siro è ancora in bilico

Non è più un segreto ormai che Inter e Milan vorrebbero uno stadio nuovo e di proprietà, abbandonando definitivamente San Siro, e per questo motivo sono entrate in una lotta con i vertici della politica che vorrebbero preservare la struttura che per anni è stata la casa del tifo meneghino.

Il TAR della Lombardia, oggi ha respinto la richiesta di sospensiva del vincolo sul Meazza, avanzata dal Comune di Milano, posto per salvare San Siro dall’abbattimento. Inoltre, è stata fissata un’udienza per il 14 marzo 2024 per discutere la questione nel merito. In quell’occasione il TAR “si esprimerà sulla vicenda, ritenuto che ‘la complessità delle questioni poste dalle parti richieda gli approfondimenti propri della fase di merito.”

Inter e Milan vogliono un nuovo stadio, piuttosto fuori Milano

Con la decisione rinviata all’anno nuovo, sfumano le possibilità per Inter e Milan le speranze di poter costruire il nuovo stadio, in condivisione, nella zona che per entrambe le società era la prima scelta. Il desiderio, però, di stare al passo con le strutture delle altre big europee è forte e le due società da tempo si stanno guardando intorno, alla ricerca di aree interessanti nelle quali poter costruire i nuovi impianti: il Milan da tempo è interessato a stanziarsi a San Donato, i nerazzurri invece si spostano verso Rozzano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni