Home In primo piano Messi allo scoperto: “Voglio lasciare il Barcellona

Messi allo scoperto: “Voglio lasciare il Barcellona

La Pulce invia un messaggio certificato al Barcellona: "Lasciatemi andare"

Getty Images
Getty Images

Messi allo scoperto: “Voglio lasciare il Barcellona”

La Pulce invia un messaggio certificato al Barcellona: “Lasciatemi andare”

Messi allo scoperto: “Voglio lasciare il Barcellona”. La Pulce invia un messaggio certificato al Barcellona: “Lasciatemi andare”. La notizia è certa, le conferme vengono dal Presidente del Barcellona, dal Segretario generale del club dalla Radio Catalana e dal magazine MARCA, vicino alla squadra catalana che rincara la dose: Messi tra Manchester City, Inter e PSG.

Per ogni squadra del mondo perdere Messi sarebbe una disgrazia. Ma se qualcuno del club catalano inizia a comprendere come i conti del Barça andrebbero miracolosamente a posto solo per la stagione che verrà, soprattutto in considerazione che il club catalano pare abbia messo sul mercato Umtiti, Rakitic, Luis Suárez, Arthur, Vidal.

Facciamo una piccola simulazione: le perdite del club dopo il covid19 ammontano a oltre 300 milioni di euro e la cessione dei giocatori sopra menzionati si può stimare che tra salari ed ammortamenti il Barcellona avrebbe un beneficio di circa 240-250 milioni di euro, una somma che non risolverebbe il problema.

Con 250 mln ci pagano a malapena gli ingaggi della rosa per la prossima stagione – una sessantina di milioni – escludendo gli ingaggi dei nuovi entrati, i 190/200 a che punto scendono? Che mercato potrebbero fare al club catalano con quella cifra 2 giocatori da 50mln, esclusi ingaggi…

No, se il Barça vuole sistemare i bilanci deve cedere Leo Messi…

Passiamo ad altro argomento, in lizza ci sono Manchester City controllato dall’Abu Dhabi United Group for Developement and Investments, facente capo allo stato, Inter la proprietà dell’Inter, fa capo a Jingdon Zhang Senior, uomo del governo cinese, mentre la proprietà del PSG fa capo ‎Qatar Sports Investments, nella persona di Nasser Ghanim Al-Khelaïfi, l’attuale presidente e amministratore delegato di beIN Media Group, il presidente del fondo sovrano Qatar Investment Authority.

Queste considerazioni devono farci capire che l’acquisizione di Leo Messi non è una battaglia tra 3 club, è una sfida tra stati sovrani, che acquisirebbero il giocatore più come simbolo e marketing money machine.

Analizzando la potenza economica dei 3 stati, in corsa per l’acquisizione di Messi, riteniamo, non certo per la nostra fede interista, ma solo con la logica, siamo portati a credere che lo stato cinese sia il più potente e potrebbe autorizzare a Mr. Zhang Senior l’operazione Messi, che oltretutto grazie al Decreto Crescita avrebbe costi decisamente inferiori: 99 milioni anno sia per City che per PSG, 65 milioni per l’Inter.

Secondo noi, ci sarà un accordo tra i 3 stati dal quale uscirà il nome del club che si assicurerà Leo Messi.

Noi pensiamo che i giochi potrebbero esse già fatti o siano vicini alla chiusura, ma ci sarà da aspettare per l’ufficialità

Non ci resta che seguire!