Vai al contenuto

Arnautovic male anche contro il Verona: vale ancora la pena puntarci?

La vittoria dell’Inter di oggi ottenuta contro l’Hellas Verona ha permesso ai ragazzi di Simone Inzaghi di laurearsi Campioni d’inverno, ma la partita è stata tutt’altro che semplice. Il gol vittoria è arrivato solo al 93esimo, con polemiche su un fallo di Bastoni a palla lontana, ed Henry ha graziato i nerazzurri sbagliando il rigore decisivo al 100esimo minuto di gioco, colpendo il palo. Ma il protagonista in negativo dell’Inter è stato Marko Arnautovic, capace di non riuscire a concretizzare due clamorose palle gol, e sbagliando tutto il possibile. I tifosi sono infuriati con lui, e molti invocano l’acquisto di una punta nel mercato di gennaio.

Arnautovic protagonista, in negativo

Il momento sliding doors della partita è avvenuto al 73esimo, con l’ingresso in campo dell’austriaco per i nerazzurri, e di Thomas Henry per l’Hellas Verona, autore del pareggio ma anche protagonista del rigore sbagliato all’ultimo secondo. Concentrandoci sulla prestazioni di Arnautovic, l’austriaco ha fatto rimpiangere l’uscente Marcus Thuram, che pure non aveva giocato la sua miglior partita stagionale.

I numeri della prestazione dell’attaccante ex Bologna sono impietosi: secondo i dati di WhoScored, Arnautovic ha perso ben 4 palloni dal suo ingresso in campo, e uno di questi ha portato al gol del Verona. Inoltre, l’austriaco ha anche commesso 4 falli, segno evidente di come l’errore iniziale abbia compromesso e non poco la sua partita. Ma un altro dato incredibile è il fatto che Arnautovic non sia riuscito a completare un singolo passaggio, oltre a non esser riuscito ad effettuare un dribbling o a concludere in porta.

L’episodio più negativo della sua partita però è avvenuto sul finire di gara, durante l’assedio nerazzurro, con Acerbi che con un pallonetto scavalca il portiere degli ospiti Montipò, ed Arnautovic da meno di un metro dalla porta non riesce a colpire di testa. Vero che l’austriaco era marcato, ma era riuscito a saltare sopra i suoi avversari, ma non con il tempismo giusto, non riuscendo a colpire il pallone.

Questi numeri gli hanno permesso di ricevere un 4,5 nelle nostre pagelle, e la domanda che molti si fanno è: può esser necessario un altro innesto in attacco considerando le prestazioni fornite dall’austriaco e anche da Alexis Sanchez? Al momento la dirigenza nerazzurra non pensa ad intervenire sul mercato, ma durante il mese di gennaio le cose potrebbero anche cambiare.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto