Vai al contenuto

Inter-Atletico Madrid, le pagelle: Bastoni e Barella da applausi, Calhanoglu irriconoscibile

Sommer 6 Nessuna parata importante, sicuro in uscita e pure nel gioco con i piedi, eccetto un passaggio corto sbagliato nel finale che poteva costare caro.

Pavard 6 Dietro è solido, prova a sganciarsi quando possibile ma l’asse con Darmian funziona il giusto.

de Vrij 6,5 Giganteggia sia quando l’Atletico gioca senza centravanti di ruolo, sia quando deve vedersela con Morata. Sempre puntuale, guida con sicurezza l’intero pacchetto arretrato.

Bastoni 7 Tre in uno: braccetto, centrocampista aggiunto e anche esterno sinistro. Difende bene, attacca ancora meglio, con personalità e tanta qualità.

Darmian 6 Samuel Lino lo punta due volte e altrettante volte lo salta perché ha un altro passo. Ma lui non molla, ci mette mestiere e limita sempre i danni.

Barella 7 Elettrico e continuo. Bravo a ribaltare l’azione e a fare da raccordo tra centrocampo e attacco. Spesso arretra per agire da regista occulto vista la serataccia di Calhanoglu. È ovunque.

Calhanoglu 5 Non entra mai in partita, sbaglia una quantità industriale di palloni e in fase di non possesso è poco attento. Non gli riesce niente.

Mkhitaryan 6 Meno preciso del solito, soffre la densità in mezzo al campo degli spagnoli. Con il passare dei minuti si adatta al clima da corrida e porta a casa la pagnotta fornendo una prestazione solida nelle due fasi.

Dimarco 6+ Un paio di cross dei suoi dalla sinistra, alcuni bei duetti con Bastoni e tanta corsa.

Lautaro Martinez 5 Stranamente impreciso sotto porta. Ha tre occasioni limpide e le sbaglia tutte, compresa quella che porta alla rete di Arnautovic. Polveri bagnate.

Thuram 6,5 Una contrattura all’adduttore destro lo mette ko a fine primo tempo. Nei primi 45′ era stato tra i migliori in campo: pressing incessante, una sponda di testa per Lautaro e un assist al bacio sempre per il capitano.

 

Inzaghi 6,5 Vince la partita a scacchi con Simeone ma viene tradito dagli errori dei singoli, specie di Lautaro e Arnautovic sotto porta. Inserisce Dumfries quando Samuel Lino inizia a boccheggiare e l’Inter da quella parte fa male. I suoi ragazzi non subiscono gol per la ventunesima volta in 34 incontri.

 

Subentrati

dal 46′ Arnautovic 6+ Il voto è la media tra le due occasioni sprecate in maniera goffa e il gol pesantissimo che mette a segno.

dal 70′ Dumfries 6,5 Venti minuti abbondanti a tutta. Costringe Samuel Lino ad abbassarsi e per l’Inter è un grande affare. Arriva con facilità sul fondo e mette paura all’Atletico.

dal 70′ Carlos Augusto 6+ Entra bene, si propone spesso sulla sinistra e strappa applausi per un paio di recuperi difensivi.

dal 72′ Frattesi 6 Grinta e strappi nel finale, quando l’Inter schiaccia l’Atletico.

dall’89’ Sanchez s.v.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vincenzo Corrado

Vincenzo Corrado

Giornalista professionista, scrittore e altre cose che andavano di moda prima dell'intelligenza artificiale. Caporedattore de Il NerazzurroView Author posts