Vai al contenuto

Inter, la corsia mancina è stellare. Il focus sui protagonisti di questa stagione

Tra i reparti più performanti della scorsa stagione c’è sicuramente la fascia sinistra con il duo Dimarco-Carlos Augusto.

Uno dei punti di forza della stagione trionfale dell’Inter sono state sicuramente le fasce del centrocampo a cinque studiato da Inzaghi. Tra le due, è stata sicuramente la corsia di sinistra a performare meglio visto che la destra ha vissuto momenti di alti e bassi con Dumfries e Darmian.

A sinistra l’asse Bastoni-Dimarco/Carlos Augusto è risultata una delle miglori d’Europa ed è stata di grande aiuto in entrambe le fasi, soprattutto in quella offensiva. Spesso sono stati loro a togliere le castagne dal fuoco quando l’attacco girava a marce ridotte.

Il duo degli esterni sinistri Dimarco/Carlos Augusto ha contribuito nella stagione con ben 14 reti totali, spezzando la maledizione che negli ultimi anni sembrava essere ricaduta sul corridoio mancino dell’Inter. Dimarco ha vissuto la stagione migliore della sua carriera con cinque gol e sei assist, risultando essere il terzo laterale più prolifico d’Europa dietro al duo del Bayer Leverkusen campione di Germania composto da Grimaldo e Frimpong.

Carlos Augusto e Bastoni non sono stati da meno. Il laterale italo-brasiliano è stato un vero e proprio jolly per Simone Inzaghi che, nonostante il talento di Dimarco, difficilmente ne ha fatto a meno. L’ex Monza ha totalizzato 31 presenze con tre assist e tante buone prestazioni difensive. Bastoni invece, pur giocando più arretrato dei due nominati poco fa, ha comunque dato il suo contributo. Un gol segnato e tre assist, di cui due consecutivi, che l’hanno reso uno dei pochi difensori centrali in grado di consegnare due assistenze in due giornate consecutive.

Un reparto, quello sinistro dell’Inter, che è stato vitale durante questa stagione e che è tornato a risplendere dopo troppi anni di buio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts