Vai al contenuto

Inter fuori dalla Youth league, ai rigori festeggia l’Olympiacos

Inter fuori dalla Youth League. La delusione nerazzurra è tutta nelle lacrime di Matteo Cocchi. Come l’anno scorso, sono i calci di rigore a condannare l’Inter all’eliminazione dalla Youth League. Il cammino europeo della squadra guidata da Cristian Chivu si interrompe ai playoff, con i greci dell’Olympiacos che conquistano la qualificazione agli ottavi di finale.

Allo stadio Karaiskakīs va in scena uno 0-0 all’insegna dell’equilibrio: più arrembante l’Inter nella prima frazione, con le prime occasioni create da Stabile – un colpo di testa da distanza ravvicinata che si spegne fra i guantoni del portiere greco Sina – e Berenbruch, autore di un insidioso tiro dal limite. Il più grande rammarico nerazzurro arriva però al 40′, quando il classe 2004 Kamate – imbeccato sul secondo palo – manca il pallone e l’appuntamento con il gol.

Olympiacos-Inter Youth League: la cronaca del match

Chivu Cocchi Youth League.Nella ripresa, più pericolosa la squadra del Pireo con le occasioni di Koutsidis e Koutsogoulas, ma in entrambe le occasioni l’estremo difensore interista Raimondi si fa trovare pronto. Al 72′ l’Inter si ritrova in superiorità numerica per l’espulsione di Papakanellos per doppia ammonizione. Gli ultimi 20 minuti si trasformano così in un assedio nerazzurro, con l’Olympiacos sulle barricate: i greci resistono sul sinistro di Cocchi e sulla debole conclusione del neo entrato Mosconi sul finale.

A risultare decisiva è la lotteria dei calci di rigore: perfetti i primi 5 rigoristi per entrambe le squadre, con l’errore decisivo di Cocchi – uno dei migliori in campo – che manda alto il sesto penalty, condannando i suoi all’eliminazione.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessio Castagnoli

Alessio Castagnoli

Aspirante giornalista, sempre alla ricerca di qualcosa da dire e cercando di farlo nel migliore dei modiView Author posts