Vai al contenuto

Inter-Juve Primavera finisce 2-2: pari beffa all’ultimo minuto

Inter-Juve primavera finisce 2-2. Si conclude con un pareggio il derby d’Italia del campionato primavera.

Per l’Inter questo è il terzo pareggio di fila, restando pur sempre in vantaggio di 6 punti sulla Roma che domani affronta la Fiorentina.

I giallorossi hanno la possibilità di accorciare a -4, una settimana prima dello scontro diretto.

La cronaca della partita

Inter Primavera foto squadra

Una partita che non era iniziata bene per i ragazzi allenati da Cristian Chivu, con la Juventus che è stata capace di trovare la rete del vantaggio subito, dopo soli 5 minuti, sfruttando un tiro di Crapisto che viene deviato da Stankovic e non lascia scampo a Calligaris.

L’inizio partita continua con un possesso interista ma è la Juventus a trovare le occasioni più pericolose.

Per l’inter occasione al 12′ per Akinsanmiro che non conclude bene da ottima posizione.

Al 18′ occasione per Di Maggio che va a colpire su un cross di Kamate, arrivato dopo un’ottima percussione personale.

Nella seconda parte del primo tempo l’Inter aumenta la pressione e costringe Radu a una grande parata, colpendo anche una traversa con Stante.

Il pareggio è nell’aria ed ecco che al minuto 34 i nerazzurri trovano la rete del pari con Owusu, che raccoglie al meglio un cross dal fondo e di testa supera Radu.

A fine primo tempo, occasione interista con un possibile uno contro due che non viene però gestito bene.

Il primo tempo si chiude sull’1-1, risultato che alla luce delle occasioni avute può stare stretto alla squadra di Chivu.

La ripresa tarda a decollare, con le due squadre che si studiano e vanno alla conclusione ma senza precisione, non creando grosse occasioni.

L’Inter si rifà pericolosa con Stankovic che viene dimenticato dalla difesa ma spedisce alto il pallone nell’area juventina.

Il pressing interista però persiste e allora al minuto 72 ecco di nuovo Owusu che sigla la sua personale doppietta, dopo la torre di Stankovic sull’ennesimo cross arrivato nell’area bianconera.

Un vantaggio meritato per lo spirito mostrato nella ripresa, a differenza della squadra di Montero che quasi mai si era resa pericolosa.

Ma proprio quando la partita sembra scivolare via sui binari interisti con perdite di tempo e cambi, ecco che un’errore di comunicazione nella retroguardia apre la strada all’inserimento di Ripani che è bravo a rimanere lucido e a trafiggere Calligaris.

Subito il pareggio beffa al minuto 88, i nerazzurri provano a ribaltarla ancora una volta e vanno vicinissimo al vantaggio al minuto 94, ultimo dei minuti di recupero assegnati. La linea difensiva bianconera pero salva sulla linea.

Si conclude così il derby d’Italia che lascia dell’amaro in bocca ai ragazzi di Chivu che avrebbero meritato sicuramente la vittoria.

Il vantaggio di sei punti, che domani potrebbero essere quattro, lascia tuttavia sereni i nerazzurri,  consapevoli che settimana prossima ci sarà un match da non sbagliare anche nel risultato.

Appuntamento quindi per il big match tra Roma e Inter di sabato 16 marzo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts