Vai al contenuto

Inter da record: i numeri negli scontri diretti

La vittoria dell’Inter contro la Juventus di domenica sera ha confermato un trend estremamente positivo di questa stagione: i nerazzurri non hanno praticamente mai sbagliato negli scontri diretti, contando anche la Supercoppa Italiana. Su 11 partite stagionali contro le big, l’Inter non ne ha persa neanche una, vincendone ben 10 e pareggiando solo una volta, proprio contro la Juventus in campionato nel girone d’andata, con quel match che terminò 1-1. Vediamo i numeri negli scontri diretti quest’anno.

10 vittorie su 11 negli scontri diretti per l’Inter

L’Inter di Simone Inzaghi è prima in campionato, con quattro punti di vantaggio sulla Juventus, ma con una partita da recuperare contro l’Atalanta, in un match sicuramente complicato contro una squadra al momento al quarto posto in classifica. Oltre ad aver conquistato 57 punti, abbinata al miglior attacco e miglior difesa, ciò che impressiona dei nerazzurri è il loro rendimento negli scontri diretti.

Nelle 11 partite affrontate contro le big del nostro calcio, di cui due in Supercoppa Italiana contro Lazio e Napoli, i nerazzurri hanno vinto ben 10 volte. L’unica volta che l’Inter non è riuscita a conquistare i tre punti in un big match è contro la Juventus a novembre, nella gara d’andata, con la partita che finì 1-1 con reti di Vlahovic e Lautaro Martinez.

Lautaro-Vlahovic

 

In queste 11 partite, i nerazzurri hanno segnato ben 24 gol, subendone appena tre contro Milan, Atalanta e Juventus. Sono ben otto i clean sheet della difesa dell’Inter in questo tipo di partite, ma i nerazzurri hanno dimostrato di poter vincere anche di “corto muso”, come accaduto nelle ultime tre partite contro Juventus, Fiorentina e Napoli, finite tutte e tre con i risultati di 1-0.

Numeri da record per l’Inter, che nella prossima giornata affronterà un altro big match, contro la Roma di De Rossi, che da quando è arrivato sulla panchina giallorossa ha ottenuto ben tre vittorie su tre.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto