Vai al contenuto

Inter, Zhang valuta due gruppi per rifinanziare

Steven Zhang intervista post match coppa Italia
CONDIVIDI:
Banner Libro

Steven Zhang vuole arrivare a maggio 2024 con novità importanti per il club nerazzurro. Il presidente dell’Inter vorrebbe ancora continuare la sua avventura con la società, ma dovrà trovare continuità al finanziamento ricevuto da Oaktree: una volontà confermata anche dai rinnovi della dirigenza e dell’aumento del fatturato.

Rifinanziamento: i gruppi in pole

Come riporta Tuttosport, Steven Zhang per tenersi l’Inter dovrà trovare nuovi partner disposti a dei finanziamenti – un’operazione che, vista la situazione di congiuntura economica, è complicata da portare a termine. A sei mesi dalla scadenza del prestito della compagnia statunitense, però, le scelte fatte per la squadra – come il rinnovo del mister Simone Inzaghi, il rinnovo di Beppe Marotta, Piero Ausilio e Dario Baccin, oltre al tentativo di rinnovare anche i giocatori più importanti (ad esempio, Barella, Lautaro, Di Marco) – sembrano far ben sperare nella continuità di Suning alla guida del club nerazzurro. L’obiettivo del presidente interista è quello di trovare nuovi partner che possano offrire più sicurezze rispetto ad Oaktree.

I due gruppi finanziari che spiccano come candidati al rifinanziamento per Suning sono – riporta sempre il quotidiano sportivo – Sixth Street e Ares Management, già protagonisti di maxifinaziamenti a squadre di calcio importanti come il Barcellona e il Chelsea.

La volontà di Zhang e della società Suning è quella di continuare con i colori nerazzurri, sfruttando al massimo l’entusiasmo e i ricavi ottenuti grazie alle prestazioni iniziali di questa stagione e soprattutto della scorsa stagione, culminata con la finale di Champions League (persa contro il Manchester City di Guardiola). Inoltre – come riportato su Tuttosport – il patron dell’Inter e i dirigenti nerazzurri potranno sfruttare anche l’ottenimento della partecipazione al prossimo – e nuovo – Mondiale per club di FIFA, e sul prossimo e nuovo format della Champions League (volutamente riformata dalla UEFA). Ora la palla va a Zhang: ha sei mesi per decidere cosa fare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts