Agnelli deferito, guai in casa bianconera: ecco cosa rischia la Juventus

Andrea Agnelli è stato deferito ed ora sia il Presidente bianconero che la Juventus rischiano delle sanzioni.

 

Sul campo la Juventus di Massimiliano Allegri continua a vincere, mantenendo inalterato il vantaggio sulle inseguitrici. Anche a Genova, la Vecchia Signora ha conquistato i tre punti, imponendosi grazie al gol messo a segno da Cuadrado.

Fuori dal terreno verde di gioco però, la Vecchia Signora deve fare i conti con una vicenda spinosa: vale a dire quella dei presunti rapporti tra i vertici del club bianconero e membri della ‘Ndrangheta nella compravendita dei biglietti dello Juventus Stadium. Sabato scorso è arrivato il deferimento di Andrea #agnelli da parte del procuratore della Figc, Giuseppe Pecoraro, e per il club bianconero ora si aprano degli scenari che possono anche portare a delle sanzioni.

Secondo quanto riportato da “La Gazzetta dello Sport” infatti, Pecoraro è convinto che ci siano tutti gli estremi per per un processo sportivo a carico della Juventus. Cosa rischiano Agnelli e la Juventus? Il Procuratore della Figc dunque ha deciso di deferire il numero uno del club bianconero “per la violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità e dell’obbligo di osservanza delle norme e degli atti federali di cui all’art.1 bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva e dell’art. 12, commi 1, 2, 3 e 9 stesso Codice”.

Nel deferimento Pecoraro utilizza toni molti duri nei confronti del club bianconero, sottolineando come la Juventus, ” con il dichiarato intento di mantenere l’ordine pubblico nei settori dello stadio occupati dai tifosi “ultrà… ” non abbia “impedito a tesserati, dirigenti e dipendenti di intrattenere rapporti costanti e duraturi con i gruppi ultrà, anche per il tramite e il contributo fattivo di esponenti della malavita organizzata”.

{loadposition EDintorni}