Aria di Derby, sarà record di presenze per la diretta TV

La previsione è di ca. 900mila spettatori incollati alle televisioni.

In tanti si erano domandati: come mai il derby alle ore 12.30? Ebbene, quella di sabato sarà una gara che che entrerà dritto nella storia. Indipendentemente da come finirà il match sul campo. Perché la cornice di pubblico sugli spalti e soprattutto quella davanti alla tv in tutto il mondo sarà da record assoluto.

Alla vigilia di Pasqua, San Siro sarà il centro dell’universo calcistico italiano ma profumerà anche di internazionalità. Torneremo a esportare alla grande il prodotto Serie A anche se il derby della Madonnina, alla luce della classifica delle due formazioni, non è certo il meglio (almeno sotto il profilo tecnico) che possiamo proporre.

A ufficializzare numeri televisivi da record ha pensato ieri la Lega che ha parlato del prossimo derby come della gara più vista di sempre in tv nella storia del calcio italiano. L’orario di inizio fissato alle 12,30 italiane (in Cina saranno le 18,30) consentirà al pubblico dell’area asiatica di seguire l’evento in prime time attirando dunque un numero incredibile di appassionati. Quanti? La stima parla di 566 milioni di potenziali telespettatori. In Cina le due tv che hanno i diritti lo stanno pubblicizzando a dovere e il fatto che si sfidino due proprietà cinesi ha portato ancora più interesse.

Il numero degli spettatori totali davanti a un televisore crescerà fino a 862 milioni considerando tutto il mondo, con 39 broadcaster a trasmettere in diretta la sfida. La seconda macro area con più pubblico sarà quella europea (20 tv collegate e 186 milioni di tifosi raggiunti), seguita dal Centro e Sud America (3 tv e 98 milioni).

{loadposition EDintorni}