Atalanta-Inter 4-1, le note di gara

Netta sconfitta per gli uomini di Luciano Spalletti allo stadio "Atleti Azzurri d'Italia": le quattro reti orobiche vanificano il calcio di rigore di Icardi. Risultato rispecchia andmento gara. Ora la sosta, poi Forsinone e Champions a Londra

Netta sconfitta per gli uomini di Luciano Spalletti allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia”: le quattro reti orobiche vanificano il calcio di rigore di Icardi

BERGAMO – Si interrompe bruscamente la striscia positiva in campionato dell’Inter, che cade a Bergamo contro l’Atalanta: 4-1 il risultato finale in favore dei padroni di casa, firmato dalle reti di Hateboer, Mancini, Djimsiti e Gomez che hanno vanificato il momentaneo pareggio interista siglato da Mauro Icardi su calcio di rigore.

Avvio di gara molto complicato per l’Inter. Al 2′ il cross di Gosens da sinistra viene respinto con qualche affanno dalla retroguardia interista, mentre al 4′ è Handanovic a compiere una splendida doppia parata prima sul destro di Zapata e poi sul tentativo di tap-in di Hateboer (comunque pescato in offside). L’Atalanta preme senza sosta e trova il gol del vantaggio al 9′: ancora Gosens mette in mezzo un pallone rasoterra da sinistra, sul quale Hateboer interviene in scivolata sottomisura mettendo in rete.

Due minuti più tardi, ancora Atalanta pericolosissima: D’Ambrosio interviene in qualche modo sul cross teso di Gomez, il pallone sbatte sul palo e poi Handanovic riesce a salvare in corner. Al 13′ il portiere sloveno deve nuovamente opporsi sull’inserimento centrale di Ilicic, che ci prova anche dal limite con un sinistro velenoso: pallone a lato di poco. Il fantasista sloveno si divora una occasione clamorosa al 22′, mettendo sul fondo a porta spalancata sul servizio di Zapata.

L’Inter cerca di alleggerire la morsa atalantina al 34′ con un colpo di testa di Perisic alto sopra la traversa ma, nel finale di tempo, soltanto un monumentale Handanovic impedisce ai bergamaschi di trovare il gol del raddoppio, neutralizzando miracolosamente i tentativi ravvicinati di Ilicic e Toloi. Dopo tre minuti di recupero, termina una prima frazione di gioco di grandissima sofferenza per gli uomini di Luciano Spalletti, che tornano negli spogliatoi sotto per 1 a 0.

Subito un cambio per noi ad inizio ripresa: dentro Borja Valero al posto di Vecino. L’inerzia della partita cambia immediatamente: Mancini, nel tentativo di fermare Politano, tocca il pallone con la mano dentro l’area atalantina e Maresca indica il dischetto. La trasformazione di Mauro Icardi dagli undici metri è chirurgica: parità ristabilita al minuto 47.

L’Inter, rinfrancata dal pareggio, ci prova ancora al 50′: il potente sinistro di Politano dal limite viene deviato in calcio d’angolo. L’equilibrio, tuttavia, dura poco: al 63′ l’Atalanta torna avanti, con un perentorio colpo di testa di Mancini a centro area sulla punizione calciata da Ilicic. Spalletti risponde al nuovo svantaggio inserendo Keita al posto di Politano e Vrsaljko al posto di Miranda.

Al minuto 82′ Gagliardini stacca di testa sul corner di Brozovic, mettendo alto non di molto. I minuti finali della partita sono da incubo:  due minuti prima del novantesimo, su un’altra punizione calciata da Ilicic, è Djimsiti a svettare a centro area, non lasciando scampo ad Handanovic. In pieno recupero, poi, arrivano il secondo cartellino giallo per Brozovic e la rete di Gomez, che fissano definitivamente il risultato sul 4-1 in favore degli orobici.

Una brutta sconfitta, da lasciarsi subito alle spalle, per poi ritornare a vincere dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali: sabato 24 novembre alle ore 20.30 a San Siro arriva il Frosinone.

Ora e sempre, #ForzaInter!

ATALANTA-INTER 4-1
Marcatori: 9′ Hateboer (A), 47′ rig. Icardi (I), 63′ Mancini (A), 88′ Djimsiti (A), 94′ Gomez (A)

ATALANTA: 1 Berisha; 2 Toloi (56′ 21 Castagne), 19 Djimsiti, 23 Mancini; 33 Hateboer, 15 De Roon, 11 Freuler, 8 Gosens; 10 Gomez, 72 Ilicic; 91 Zapata (71′ 88 Pasalic)
A disposizione: 95 Gollini, 31 Rossi, 4 Valzania, 13 Bettella, 22 Pessina, 24 Rigoni, 44 Kulusevski, 53 Adnan, 90 Barrow
Allenatore: Gian Piero Gasperini

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 23 Miranda (71′ 2 Vrsaljko), 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino (46′ 20 B. Valero), 77 Brozovic, 5 Gagliardini; 16 Politano (66′ 11 Keita), 9 Icardi, 44 Perisic
A disposizione: 27 Padelli, 6 De Vrij, 10 Lautaro, 13 Ranocchia, 14 Nainggolan, 15 J. Mario, 29 Dalbert, 87 Candreva
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Vecino (I), Skriniar (I), Hateboer (A), Gagliardini (I), De Roon (A), Gomez (A)

Espulso: 92′ Brozovic (I) per doppia ammonizione

Recupero: 3′ + 5′

Arbitro: Maresca
Assistenti: Schenone, Mondin
IV uomo: Mariani
Addetti VAR: Guida, Posado

Print Friendly, PDF & Email