Atalanta-Inter 4-1, un breve commento

Avevamo previsto una gara complicata, ma siamo andati oltre ogni previsione...

Avevamo previsto una gara complicata, ma siamo andati oltre ogni previsione…

Quattro pappine sono davvero tante, purtroppo ci stanno tutte, d’altra parte dal 18 settembre a ieri l’Inter ha giocato con una rosa ristretta ben 11 partite.

4 di UCL: Tottenham, PSV e 2,andata e ritorno con il Barcellona e 7 in campionato affrontando e battendo tra le altre Milan e Lazio.

Tra campionato a champions, con la rosacorta imposta dall’UEFA non sono mancati: D’AmbrosioMirandaVrsaljkoSkriniarAsamoahVecinoValero e Nainggolan .

I risultati sono arrivati: il terzo posto in classifica con 3 punti di vantaggio sulla Lazio, 4 sul Milan e 6 sulla Roma è abbastanza consolidato, ciò anche in considerazione del fatto che alla ripresa del campionato affronteremo in casa il Frosinone, avversario non impossibile.

Nonostante tutto, tra le squadre di alta classifica abbiamo la seconda difesa del campionato ed il secondo attacco.

Il 28.11, quattro giorni dopo il Frosinone avremo un impegno assai importante a Wembley contro il Tottenham, un pareggio significherebbe qualificazione certa alla fase ad eliminazione diretta della champions.

Uno degli obiettivi fissati dalla dirigenza per questa stagione in cui usciremo dal maledetto FPF UEFA.

L’eventuale pareggio contro il Tottenham e la conseguente qualifica alla seconda fase della champions ci consentirebbe di dedicarci per 3 mesi solo al campionato ed il turno infrasettimanale con il PSV non avrebbe più rilevanza.

Poi meraviglia delle meraviglie: 2.12 e 7.12 Roma e Juventus in trasferta, in mezzo lo scontro contro il PSV a San Siro, che, tocando ferro ci auguriamo non sia decisivo per la qualificazione champions, ove fosse necessario necessario sarebbe un altro terribile tour de force sia fisico che mentale.

Tottenham, Roma, Juventuse e PSV non sono “mammole”, sono squadre coi cabbasisi…

Ultima considerazione: casualmente anche il Barcellona, dopo l’incontro contro l’Inter s’è preso 4 gol in casa, nonostante il rientro di Leo Messi, consoliamoci va…

Ora pensiamo a ricaricare le batterie e recuperare la forma migliore durante la sosta delle nazionali, anche se parecchi giocatori saranno impegnati con le rispettive rappresentative.

Fatto importantissimo dovremmo riuscire a recuperare definitivamente il Ninja per la trasferta di Wembley.

Perdoniamo questa terribile scoppola di ieri e guardiamo avanti, nulla è compromesso,ma non facciamo sogni di scudetto,non siamo ancore pronti per questa stagione!

Amala!

Print Friendly, PDF & Email