Bologna – Inter 1 – 1, un breve commento e le pagelle dei nerazzurri

L’Inter, un motore che ieri sera batteva in testa e non voleva saperne di salire di giri…

Bologna – Inter 1 – 1, un breve commento e le pagelle dei nerazzurri

L’Inter, un motore che ieri sera batteva in testa e non voleva saperne di salire di giri… 

Spalletti ne parla dal primo tempo di Roma: la palla gira lenta soprattutto a centrocampo, ma stavolta abbiamo toccato il fondo, la palla rimaneva troppo a lungo tra i piedi dei centrocampisti e quando partiva la difesa avversaria era schierata e non si trovava più nessuna linea di passaggio, a questo dobbiamo aggiungere il maggior dinamismo del centrocampo, una maggior cattiveria sportiva dei felsinei, senza dimenticare la serata più storta del solito di Joao Mario – inguardabile – ed un Candreva irriconoscibile: la maggior parte dei suoi cross veniva contrata con facilità e, meraviglia delle meraviglie ha deliziato la platea con colpi di tacco che un paio di volte hanno fatto ripartire i rossoblù… Se aggiungiamo la partitaccia di Borja Valero, olio, cipolla ed aglio ecco fatto il frittatone…

Le pagelle dei nerazzurri:

HANDANOVIC (7,5) ancora due parate decisive, uno come lui carica tutta la difesa.

D’AMBROSIO (5) soffre troppo Verdi quando gira nella sua zona e davanti combina poco o nulla.

NAGATOMO (5) troppa confusione e fretta inutile, è tornato quello dello scorso anno.

MIRANDA (6) tutto sommato fa la sua parte, ma gli anni cominciano a farsi sentire.

SKRINIAR (6,5) forse poteva accorciare prima sul gol, piccola sbavatura in un’altra prestazione più che positiva.

VECINO (5) lento dietro a Verdi in occasione del gol incassato, non incide proprio mai.

BORJA VALERO (5) primo flop stagionale, non riesce a tenere corta la squadra, ma nemmeno a dare ordine alla manovra.

JOAO MARIO (4) non ne azzecca una in tutta la partita, d’altronde da trequartista è una forzatura.

BROZOVIC (5) entra giusto il tempo di fare un paio delle sue cavolate. CANDREVA (5+) mette un cross perfetto al primo minuto per Joao che sciupa male, poi si cimenta con il tiro al piattello per 90 minuti.

EDER (6,5) si rende utile, corre molto e si procura il rigore.

ICARDI (5,5) sigla il rigore del pari, per il resto si vede molto poco.

PERISIC (6+) non brilla tanto, ma é l’unico che quando ha la palla tra i piedi preoccupa i felsinei.

SPALLETTI (5,5) non riesce mai a rimettere la rotta giusta ad una squadra lenta e svogliata. Nel secondo tempo va un pochettino meglio grazie all’ingresso di Eder.